Impeachment contro il presidente: la trascrizione della telefonata sotto accusa

0
31
Donald Trump (foto dal web)

La Casa Bianca ha pubblicato la trascrizione della telefonata intercorsa tra Donald Trump e Volodymyr Zelensky, dopo la richiesta di Impeachment dei democratici. Per il tycoon la chiamata sarebbe stata totalmente amichevole e priva di toni estorsivi.

I democratici hanno avanzato la richiesta di Impeachment nei confronti di Donald Trump a seguito dello scandalo scoppiato per il contenuto di una telefonata intercorsa fra lui ed il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky: nella giornata di ieri, per difendersi dalle accuse, il tycoon ha fatto pubblicare la trascrizione della chiamata. Ad avviso del presidente non vi sarebbe stato nulla in quella telefonata di compromettente, ma che anzi i toni erano del tutto amichevoli.

Impeachment, Donald Trump: pubblicata la trascrizione della telefonata con Zelensky

Una telefonata in cui, ad avviso dei dem, Donald Trump avrebbe ricattato il neo presidente ucraino Volodymyr Zelensky di non concedere più aiuti economici se non avesse aperto un’indagine nei confronti del suo rilavale alle presidenziali del 2020, Joe Biden. Il testo della chiamata, come annunciato da Trump, è stato pubblicato nella giornata di ieri dalla Casa Bianca: per il tycoon sarebbe evidente l’assenza di ogni qualsivoglia tono intimidatorio, ma che anzi quella con Volodymyr Zelensky fu una telefonata amichevole. Trump, stando a quanto riportato nelle trascrizioni, chiese al suo omologo ucraino di “fargli il favore” di discutere con il ministro della giustizia Barr e con il suo avvocato personale, Rudy Giuliani, l’apertura di un’indagine per corruzione su Biden e il figlio. Biden, ad oggi risulterebbe accusato di aver fatto pressioni per il licenziamento del procuratore generale ucraino che stava indagando sulla società Burisma, in Ucraina, in cui figurava il figlio Hunter.

La trascrizione della telefonata tra Trump e Zelensky: “Volevo parlarti del procuratore”

La trascrizione della telefonata resa nota dalla Casa Bianca, è stata pubblicata da numerosissimi giornali locali nonché dalla redazione di Quotidiano.net la quale riporta un estratto della chiamata tra Trump ed il suo omologo Volodymyr Zelensky:

Trump: “Bene, perché ho sentito che un procuratore molto bravo era stato allontanato e questo è davvero ingiusto. Giuliani è un uomo altamente rispettato, è stato il sindaco di New York, un grande sindaco, e vorrei che ti chiamasse. Ti chiedo di parlarci assieme al procuratore generale. Rudy (Giuliani, ndr) è molto informato su ciò che è successo ed è un ragazzo in gamba. Se potessi parlarci sarebbe grandioso. L’ex ambasciatrice degli Stati Uniti era sgradevole, e così la gente con cui aveva a che fare in Ucraina, volevo che lo sapessi. Un’altra cosa, si parla molto del figlio di Biden, che Biden fermò l’indagine e molte persone vogliono sapere quello, così tutto quello che puoi fare con il procuratore generale sarà grandioso. Biden è andato in giro a dire che aveva bloccato l’indagine, quindi se puoi darci un’occhiata. A me sembra orribile“.

Zelensky: “Volevo parlarti del procuratore. Primo di tutto capisco e sono a conoscenza della situazione. Dopo che abbiamo conquistato la maggioranza assoluta in Parlamento, il prossimo procuratore generale sarà al cento per cento una persona mia, un mio candidato, che sarà votato dal Parlamento e comincerà a lavorare da settembre. Lui o lei si occuperanno della situazione, specialmente dell’azienda a cui hai fatto cenno… A proposito, ti chiedo se hai altre informazioni da fornirci, sarebbe molto utile per l’indagine. Sull’ambasciatrice concordo al cento per cento. Lei ammirava il mio predecessore, non avrebbe accettato me come nuovo presidente“.

Trump: “Ti faccio chiamare da Giuliani e farò in modo che lo faccia anche il procuratore generale Barr e andremo a fondo sulla vicenda. Ho sentito che il procuratore era stato trattato molto male. Dunque, buona fortuna per tutto. Prevedo che la tua economia migliorerà sempre di più. E’ un grande Paese. Ho molti amici ucraini, persone incredibili“.

Trump, pubblicata la trascrizione si è detto ancor più sereno: non vi sarebbe alcun passaggio compromettente, ma anzi sarebbe una telefonata dal tono del tutto amichevole. Il presidente Usa ha negato ogni forma di ricatto, dichiarando stando a quanto riportato da Quotidiano.net: “È solo una fake news, una bufala, il proseguimento della più grande caccia alle streghe della storia americana. Nessun presidente è stato mai trattato così male“.  A commentare su Twitter la telefonata, anche Hillary Clinton, l’ex candidata alla Casa Bianca sconfitta da Trump nelle elezioni del 2016: “Il presidente degli Stati Uniti ha tradito il nostro Paese. È un pericolo chiaro a tutte le cose che ci rendono forti e al sicuro. Sostengo l’impeachment“.

Leggi anche —> Annunciato l’impeachment contro il Presidente: sotto accusa una telefonata