Adescava gli amici della figlia 14enne: spunta una nuova testimonianza – VIDEO

Ragazzo violenza
(foto dal web)

Spunta una nuova testimonianza contro la madre di 40 anni della provincia di Macerata indagata per violenza sessuale aggravata dopo che un amico della figlia 14enne ha sporto denuncia nei suoi confronti.

È successo a Potenza Picena, Macerata: una donna di 40 anni dovrà presentarsi il 9 ottobre prossimo dinnanzi al Giudice dell’Udienza preliminare per rispondere delle accuse di violenza sessuale aggravata mossegli da un amico della figlia 14enne. Il programma di Canale 5 Pomeriggio Cinque, in merito al caso, ha raccolto la testimonianza un altro giovane il quale avrebbe raccontato che nella casa della donna giravano droga ed alcolici.

Leggi anche —> Mamma violenta minorenne amico della figlia: “L’ha drogato ed ubriacato”

Macerata, madre di 40anni accusata di violenza sessuale: un altro ragazzo si fa avanti

Una storia che ha dell’incredibile quella accaduta a Potenza Picena, Macerata. Una donna di 40 anni avrebbe avuto dei rapporti sessuali con un amico della figlia 14enne il quale avrebbe poi deciso di sporgere denuncia. Quello del ragazzo, però, non sembrerebbe essere un caso isolato: a rilasciare una dichiarazione ai microfoni di Pomeriggio 5 un altro giovane, il quale avrebbe parlato della sua tragica esperienza e a cosa ha assistito frequentando la casa della donna. All’inviato di Lady Cologno avrebbe riferito di uno specifico episodio: “Avevo 15 anni, eravamo in auto e lei ha provato a mettermi la mano in mezzo alle gambe. Sono rimasto sconvolto. Non me l’aspettavo. Lei era più di una madre, stava sempre con noi – avrebbe aggiunto il giovane- come se volesse tornare indietro negli anni. Mi ha anche regalato dei soldi, prima del tentativo di approccio“. Il ragazzo avrebbe poi affermato che lui non era il solo a frequentare la casa della donna e che ai suoi coetaneivenivano offerti vino, birra, vodka, amaro. Potevano esserci – riporta la redazione di Leggoaltri ragazzi che hanno subito quella violenza. La figlia però non ne sapeva nulla, queste cose succedevano fuori casa“.

La donna, a seguito della denuncia sporta da un amico della figlia, sarebbe stata inchiodata dagli inquirenti i quali avrebbero rinvenuto traccia degli incontri a luci rosse tramite dei chiari messaggi che peraltro facevano riferimento all’utilizzo di sostanze stupefacenti. La 40enne, che continua a respingere le accuse, il 9 ottobre prossimo dovrà difendersi dinnanzi al giudice dell’udienza preliminare. Nel 2015, riporta Leggo, secondo l’accusa la donna avrebbe avuto numerosi rapporti sessuali con il 15enne autore della denuncia, che avrebbe finanche dormito in casa sua mentre nell’abitazione si trovavano il marito e la figlia. Questa strana frequentazione avrebbe fatto scattare nella mente della madre del ragazzo il dubbio che stesse accadendo qualcosa di terribile e che ciò l’avrebbe spinta a rivolgersi alle forze dell’ordine, facendo così aprire il caso. Anche lei, ha deciso di rilasciare delle dichiarazioni ai microfoni di Pomeriggio 5 affermando: “non frequentare più quella casa è stata una sorta di liberazione per mio figlio“. A seguito di questa denuncia sono spuntate altre numerose testimonianze la cui attendibilità però, compresa quella rilasciata a Pomeriggio 5, sono ancora in fase di verifica.

Leggi anche —> Morte Maria Sestina Arcuri, svolta nel caso: scatta l’arresto per Andrea Landolfi