Alex Zanardi con la Bmw M4 Dtm (Foto Bmw)
Alex Zanardi con la Bmw M4 Dtm (Foto Bmw)

Automobilismo | Un’altra sfida per Alex Zanardi: correrà in una gara molto speciale

Un’altra importante sfida motoristica attende Alex Zanardi. Oltre al penultimo appuntamento del campionato italiano Gt che disputerà a inizio ottobre al Mugello, al volante di una Bmw M6 Gt3, il campione bolognese è stato annunciato al via della “Super Gt x Dtm Dream Race” che si disputerà sul circuito giapponese del Fuji (già teatro di Gran Premi di Formula 1) dal 22 al 24 novembre prossimi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Si tratterà del primo incontro ravvicinato tra due categorie internazionali a ruote coperte: da un lato la nipponica Super Gt, nella quale prendono parte costruttori come Honda, Lexus e Nissan, dall’altra il teutonico Dtm, con Bmw e Audi. Zanardi fu già ospite del campionato turismo tedesco nell’agosto dell’anno scorso a Misano, chiudendo con un sensazionale quinto posto. A novembre sarà nuovamente guest star di questa serie, rimettendosi al volante di una Bmw M4 Dtm modificata in maniera speciale con un sistema di freno e acceleratore manuali posti sul volante, che gli permette di guidare senza le gambe artificiali.

“Partecipare alla Dream Race con Gtm e Super Gt sarà qualcosa di meraviglioso per me”, spiega il 52enne pilota italiano. “La parola ‘meraviglioso’ viene probabilmente usata troppo spesso, ma in questo caso è davvero appropriata. Il semplice fatto che io possa ancora correre per me è come un dono, e la Bmw M4 Dtm è sicuramente una delle migliori macchine che io abbia mai guidato nella mia carriera. Inoltre avrò altri cento cavalli in più sotto il cofano quest’anno. Sarà fantastico e sono estremamente grato alla Bmw per questa opportunità. So che correre nel Dtm è un’enorme sfida, perché i piloti sono tutti molto professionali e preparati in modo eccellente; in più stavolta ci saranno anche i piloti del Super Gt. Perciò le mie aspettative non sono elevate, sotto la prospettiva sportiva: voglio solo esprimermi al massimo della mia abilità e mettere in scena una prestazione degna di questo evento. Sono sicuro che si tratterà di un altro grande capitolo della mia carriera automobilistica”.

Per una gara da sogno, come recita il titolo di questo appuntamento, la Casa di Monaco di Baviera metterà in pista uno schieramento da sogno: non ci sarà dunque solo Zanardi, ma anche altri due compagni di squadra che verranno annunciati in un prossimo futuro. Per il nostro Alex, però, l’apparizione al circuito del Fuji avrà anche un altro valore: proprio su questa pista, infatti, si correranno le gare di paraciclismo in occasione dei prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, ai quali il quattro volte medaglia d’oro ambisce a qualificarsi.