Ragazzina litiga con i genitori e compie un gesto estremo: tragedia nella notte

0
154
Treno figlio
Treno (Getty Images)

Una ragazza di 13 anni si è suicidata lanciandosi sotto un treno merci a Cesena nel cuore della notte. Alla base del gesto dell’adolescente potrebbero esserci i litigi con i genitori.

Un’adolescente di 13 anni si è tolta la vita a Cesena lanciandosi sotto un treno in corsa nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 settembre. Alla base dell’estremo gesto, secondo quanto emerso sino ad ora, ci sarebbe un periodo di disagio della 13enne ed i frequenti litigi con i genitori che la rimproveravano per le serate trascorse fuori, spesso sino a tarda ora. La ragazzina era uscita venerdì sera non rientrando a casa ed intorno alle 4:30 si è gettata sotto un treno merci nel tratto di binario a circa un chilometro a nord di Cesena. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi, ma per la 13enne non c’è stato più nulla da fare ed è stato possibile solo constatarne il decesso, avvenuto sul colpo.

Leggi anche —> Tragedia familiare alle prime luci dell’alba: incidente sulla strada provinciale

Litiga con i genitori e si toglie la vita: ragazza 13enne si lancia sotto un treno merci in corsa

Tragedia a Cesena nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 settembre, quando una ragazzina di 13 anni ha deciso di togliersi la vita gettandosi sotto un treno merci. Sul posto, ad un chilometro a nord di Cesena, è arrivato immediatamente il personale medico del 118, avvisato dal conducente del convoglio, che non ha potuto far nulla per la giovane deceduta sul colpo. Sul posto anche gli agenti della polizia che si sono occupati dei rilievi per cercare di ricostruire quanto accaduto. Secondo quanto ricostruito sino ad ora dagli inquirenti, non ci sarebbero dubbi sulla volontarietà del gesto della 13enne che avrebbe anche lasciato un biglietto indirizzato ai genitori. Tra i motivi che potrebbero aver spinto l’adolescente a compiere l’estremo gesto, come riporta la stampa locale e la redazione de Il Resto del Carlino, potrebbe esserci l’ennesimo litigio con i propri genitori scaturito per le serate trascorse fuori dalla 13enne, spesso sino a tarda ora.

Leggi anche —> La tv pirata non si arrende dopo la maxi operazione: tramite WhatsApp torna la pay tv illegale