Lewis Hamilton con la divisa Ferrari, nel fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com
Lewis Hamilton con la divisa Ferrari, nel fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com

F1 | Hamilton vuole la Ferrari, ma a Maranello si chiudono le porte per lui

Baci, abbracci, parole al miele, la scena è sempre la stessa, l’abbiamo vissuta con Alonso, si è ripetuta con Vettel e ora ci sta provando Lewis Hamilton. Il britannico vuole la Ferrari, ma a Maranello, per ora, le porte sono chiuse a doppia mandata. Il pilota della Mercedes però intanto sogna e come fatto in passato da Fernando e Sebastian lancia netti segnali alla Rossa.

La danza di accoppiamento si ripete con Hamilton che da diversi mesi spende parole al miele per la Ferrari e per i suoi piloti, giusto per far capire che lui, accanto a Vettel o peggio ancora a Leclerc ci starebbe volentieri pur di vestirsi di rosso.

Lewis è in questo momento sul tetto della F1 in una squadra perfetta che sinora ha vinto tutto, quindi perché pensare di cambiare? La risposta è quanto mai banale: per prima cosa ci sarebbe la forte motivazione di provare a vincere con un altro team e poi, naturalmente, c’è la voglia di entrare nella leggenda di questo sport guidando quella che ad oggi è ancora la vettura più iconica della Formula 1.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Tanti giovani sognano la Rossa

A Maranello però, per ora, le porte sono chiuse. Lewis ci pensa per il 2021 quando dovrebbe scadere il contratto di Vettel. In caso di Mondiale però quasi sicuramente Seb potrebbe decidere di continuare ancora con la Rossa, mentre Leclerc, vista la giovane età, difficilmente lascerà il Cavallino Rampante.

Un posto in Ferrari potrebbe liberarsi qualora Vettel fallisse l’obiettivo Mondiale anche nella prossima stagione, ma in quel caso sarebbe comunque complicato ipotizzare l’arrivo di Hamilton a Maranello. Con un Leclerc in rampa di lancio sarebbe difficile pensare che la Ferrari gli piazzi accanto il buon Lewis. La Rossa ha poi tra le mani diversi piloti di un certo spessore per il futuro. C’è Giovinazzi che sta crescendo tantissimo e se dovesse disputare un ottimo 2020 potrebbe cominciare a sognare il Cavallino Rampante. Infine c’è Mick Schumacher che talento a parte (che c’è eccome) rappresenterebbe un’operazione di marketing straordinaria per la Ferrari.

Insomma per ora un passaggio di Hamilton a Maranello sembra complicato, ma le leggi del mercato ci hanno insegnato che tutto può accadere. In base ai risultati che coglieranno gli altri piloti nel 2021 potrebbe aprirsi o meno una possibilità per Lewis che intanto spera e strizza l’occhio alla Rossa.

Antonio Russo