Antonio Giovinazzi (©Getty Images)

F1 | Giovinazzi penalizzato dai commissari a Singapore: ecco cosa è successo

In uno dei weekend più difficili della stagione per Kimi Raikkonen, le sorti dell’Alfa Romeo le ha sollevate Antonio Giovinazzi. Nella luccicante Marina Bay il pugliese ha fatto la storia riportando un italiano in testa ad un GP. Anche se è lo stato per appena una decina di giri e a seguito della scelta del box di Hinwil di ritardare il suo pit stop, il 25enne ha riportato per un attimo davanti l’Italia. Successivamente, dopo essere scivolato in decima piazza ed esserci rimasto fino alla bandiera a scacchi ha dovuto subire una penalità.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Cosa è successo a Giovinazzi

La questione ha quasi dell’incredibile. A Bon Giovi sono stati inflitti 10″ di penalità in quanto durante la fase sotto doppia bandiera gialla seguita al botto della Williams di George Russell, non avrebbe rispettato le consegne del direttore di gara che nel frattempo aveva chiesto a tutti i driver in pista di mantenere la destra alla curva 8, dal momento che gli steward con la gru stavano rimuovendo la monoposto incidentata.

In realtà nonostante la punizione ricevuta per l’infrazione degli articoli 12.1.1.h e 12.1.1 del Codice Sportivo della FIA, per il pilota di Martina Franca il risultato non è cambiato visto che decimo era e decimo è rimasto avendo un vantaggio sulla Haas di Romain Grosjean  di 17″581.

Dal canto suo, ai marshal che lo hanno interrogato sul fatto, Antonio ha dichiarato che  stava procedendo sufficientemente lento per rispettare il suo delta time da Safety Car. Ciò nonostante gli è stata confermata la penalità poiché troppo vicino al mezzo che si stava muovendo sul tracciato.

Malgrado il risultato di Singapore Giovinazzi è ancora terzultimo della generale conduttori con soli 4 punti.

Chiara Rainis