Binotto salva Vettel e rilancia: “Siamo in debito di vittorie”

0
341
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto salva Vettel e rilancia: “Siamo in debito di vittorie”

L’appetito vien mangiando e le proteste ripetute via radio da Leclerc mentre portava a termine un GP di Singapore da scudiero sono state la dimostrazione. E’ evidente che tra le luci di Marina Bay la Ferrari abbia voluto sì assicurarsi una doppietta che le mancava da Budapest 2017, ma soprattutto recuperare Vettel da una spirale negativa che lo stava divorando.

La strategia è stata ottima, il muretto ha lavorato benissimo e anche i meccanici, non è una cosa scontata“, le prime parole del boss Mattia Binotto al termine della gara, pronte a difendere la mossa che ha poi premiato il tedesco.

Capisco la delusione di Charles per non aver vinto, non si aspettava il sorpasso, ma in quel momento era la scelta giusta da fare perché sapevamo che Verstappen, a quel punto della corsa quarto, era pronto a fermarsi e andava protetta la terza posizione di Seb, che oltretutto aveva nella sosta l’unica opportunità per provare a passare Hamilton“, la spiegazione apparente del sacrificio del monegasco.

Se non ci fermavamo in quel giro probabilmente non saremmo stati pronti nemmeno per accogliere lui al passaggio seguente, quindi abbiamo tentato con Sebastian che si è dimostrato bravissimo a passare in testa. Le gare sono anche questo“, ha messo il punto fine alle polemiche scatenate dal 21enne.

Quindi sull’1-2 a sorpresa su un tracciato notoriamente favorevole a Mercedes e Red Bull, l’ingegnere promosso a team principal ha detto: “E’ da tantissimo tempo che ci diamo da fare e credo che in avvio di stagione non si sia raccolto quanto meritato. Adesso è arrivato un risultato al di là di ogni aspettativa. Il bilancio, per come la vedo io, è che siamo ancora in debito per quello che è il valore della squadra, però sono tre GP che facciamo bene senza commettere errori”.

Chiara Rainis