Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel rivela: “Ecco come abbiamo vinto a Singapore”

Dopo 392 giorni di digiuno ce l’ha fatta. Sebastian Vettel è tornato a vincere un GP di F1 e ci è riuscito su un circuito storicamente poco amico della Ferrari come quello di Singapore. Ma non solo. Tra i luccichii di Marina Bay la Rossa ha fatto la storia andandosi a prendere una doppietta che le mancava dell’Ungheria 2017.

Il successo è stata una sorpresa“, ha ammesso Seb. “Sono felice per me, dopo le difficoltà della scorse settimane, ma soprattutto per la squadra“.

A questo proposito, il tedesco ha avuto parole di elogio nei confronti del team, in quanto capace di fornire a lui e a Leclerc alcune novità nello spazio di poco tempo.

Senza gli aggiornamenti non ce l’avremmo mai fatta“, ha sostenuto. “In qualifica non ho fatto un bell’ultimo giro in Q3, per cui non ero contento del tutto. Oggi invece sapevo che dal pit stop in poi avrei dovuto spingere al massimo e così ho fatto“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La chiave della corsa del tedesco è stato il pit stop al giro 20. In quel frangente il quattro volte iridato è stato in grado di compiere l’undercut su Lewis Hamilton. Una strategia pianificata dal box, a quanto pare, prima del via, che lo ha favorito anche sul compagno di squadra Charles Leclerc, decisamente poco euforico per la scelta del muretto di agevolare il driver di Heppenheim, reduce, come noto, da una fase della carriera piuttosto delicata pure dal punto di vista psicologico.

In gara è stato difficile perché ho dovuto gestire tre ripartenze  dopo l’intervento della Safety Car“, ha proseguito il 32enne glissando sull’episodio. “Ad ogni modo la macchina è andata forte anche con le gomme dure. Alla fine ho soltanto cercato di controllare e posso dire di essere davvero soddisfatto“.

Chiara Rainis