Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Un weekend molto difficile per il team ufficiale Ducati MotoGP ad Aragon. Nelle qualifiche MotoGP i piazzamenti dei piloti non sono stati entusiasmanti: Andrea Dovizioso decimo e Danilo Petrucci quindicesimo. Meglio è andato Jack Miller, quarto con la Desmosedici GP19 della squadra satellite Pramac.

Il team manager Davide Tardozzi è convinto che Dovizioso abbia la possibilità di salire sul podio in gara. Ovviamente sarà importante partire bene, perché scattando indietro nella griglia servirà recuperare subito delle posizioni per non far scappare i primi. Forse Marc Marquez andrà in fuga, ma il forlivese potrebbe riuscire a giocarsela con gli altri se avrà uno start felice.

MotoGP Aragon, Dovizioso scontento dopo le Qualifiche

Dovizioso ha così parlato a Sky Sport dopo le qualifiche MotoGP di Aragon: «Assolutamente non soddisfatto della decima posizione. Sarebbe stato importante partire nelle prime due file per provare a giocarci il podio, qui abbiamo delle chance a differenza di Misano. Ho fatto un errore alla curva 12 nel mio giro buono. Peccato, stavo migliorando e ho staccato troppo tardi non riuscendo a fermarmi. Sono finito fuori pista e ho dovuto abortire il giro. Mi ha fatto incazzare, avevamo bisogno di una buona posizione ».

Il pilota Ducati è arrabbiato per l’errore commesso mentre stava effettuando un buon giro che gli avrebbe potuto consegnare un piazzamento migliore. Scattando dalla decima casella sarà tutto più complicato, però non si arrende: «Dobbiamo continuare a lavorare domattina nel warmup e fare una buona partenza. Lo start condizionerà sicuramente la gara. Recuperare sarà molto difficile, ma credo e spero di avere il passo per fare il podio. Devo riuscire a mettermi nella posizione giusta».

A Dovizioso viene chiesto quali siano i problemi maggiori incontrati, se le gomme Michelin rappresentino un “ostacolo” al momento: «Nelle ultime due piste il grip è poco, anche gli altri sono andati più piano. Forse noi siamo più influenzati, non so… Bisogna adattarsi tanto nella guida, non puoi forzare. Stiamo facendo fatica».