Charles Leclerc e Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | A Singapore Leclerc fa sognare. Nuova beffa per Vettel

Quella di Marina Bay resterà una delle qualifiche più entusiasmanti della stagione finora. Non tanto per la vivacità dell’azione regalata dalla pista, quanto per l’esito a sorpresa della sessione.

Tra i muretti di Singapore, dove erano attese la Mercedes o la Red Bull, ad uscire con l’1’36″217 da pole position è stata la Ferrari di Charles Leclerc. Decisamente in uno stato di forma eccezionale, il monegasco si è messo tutti alle spalle, beffando Lewis Hamilton, ma soprattutto Sebastian Vettel, che alla posizione al palo e al conseguente riscatto ci aveva creduto fino alla fine.

Sono davvero felice“, ha dichiarato il 21enne. “Il mio è stato un ottimo giro, però ci sono stati alcuni momenti in cui pensavo di aver perso la macchina e mi sono visto più volte a muro!“.

Nel primo tentativo ero troppo vicino a Lewis e ho compromesso il settore centrale”, ha raccontato. “Così ho dovuto concentrarmi al massimo sul secondo e ultimo run, perché non avevo più margine d’errore. Ho cercato di dare tutto e così facendo ho commesso qualche errore, ma le sensazioni sono state fantastiche, così come la monoposto“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sapevamo che per noi sarebbe stato difficile su questo tracciato, invece il team ha fatto un lavoro fantastico per farci avere un pacchetto che per adesso ha funzionato molto bene“, ha concluso euforico.

Di certo meno in vena di far festa rispetto alla nuova stella della F1, Seb ha terminato il turno di qualifica leccandosi le ferite per un terzo posto che sa di sconfitta e di batosta morale.

Il primo giro del Q3 è stato buono, mentre nel secondo avevo già accumulato ritardo nel primo settore a causa di uno sbaglio. Ho cercato di recuperare prendendomi sempre più rischi, ma questo non ha pagato“, ha dovuto riconoscere. “In corsa sarà più dura dato che sul passo gli avversari sono messi meglio“.

Chiara Rainis