Superbike, trattativa per tornare a correre in Germania nel 2020

superbike sbk logo
Logo World Superbike

Il calendario del campionato mondiale Superbike 2020 deve ancora essere definito. Non c’è una lista, almeno provvisoria, di quelli che saranno gli appuntamenti della prossima stagione.

Intanto circolano indiscrezioni su possibili novità. Una di queste potrebbe essere il ritorno del WorldSBK a Oschersleben. Lo rivelano i colleghi di Speedweek, spiegando che un rientro della Germania nel calendario sarebbe auspicabile. Sia BMW che Ducati (Audi ne è proprietaria) vedono di buon occhio la possibilità di correre in terra tedesca.

Superbike: nuovo round in Germania nel 2020?

La Motorsport Arena Oschersleben ha ospitato il campionato mondiale Superbike già tra il 2000 e il 2004. Dal 2005 al 2007 il round tedesco si è disputato al Lausitzring, successivamente si è corso al Nürburgring fino al 2013 e nel biennio 2016-2017 ancora al Lausitzring. Dal 2018 nessun appuntamento in Germania, ma nel 2020 la situazione dovrebbe cambiare.

C’è una trattativa in corso tra la Dorna e i proprietari del circuito. Ralph Bohnhorst, CEO della Motorsport Arena Oschersleben, ha così parlato a Speedweek: “Stiamo parlando del 2020 e c’è interesse reciproco. Abbiamo avuto delle discussioni positive e ci stiamo avvicinando ad un accordo. Avere piloti tedeschi sicuramente porterebbe più spettatori. E’ passato del tempo da quando c’era un tedesco molto veloce“.

Attualmente nel campionato SBK corrono due rider tedeschi, Sandro Cortese e Markus Reiterberger. Il loro futuro per il 2020 deve ancora essere definito. Le probabilità che il primo rimanga nella competizione sono più elevate rispetto a quelle del collega. Alcune indiscrezioni hanno anche rivelato che potrebbe esserci l’arrivo dalla Moto2 della struttura Kiefer Racing, interessata a ingaggiare piloti tedeschi. E’ spuntato il nome di Jonas Folger, ad esempio. Ma circolano pure quelli di Philipp Öttl e Lukas Tulovic.