Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi cerca conferme: “Aragon esame importante”

Difficile fare previsioni sul tipo di weekend che la Yamaha potrà vivere ad Aragon, prossima tappa del campionato MotoGP 2019. Recentemente la M1 si è dimostrata una moto da zona podio, ma la pista spagnola nel 2018 è stata tutt’altro che favorevole.

E’ vero che è passato un anno e che il trend attuale appare positivo, ma solo venerdì si capire se effettivamente ci siano delle chance di rivedere la Yamaha almeno sul podio. Valentino Rossi e Maverick Vinales a Misano sono stati battuti da Fabio Quartararo, oltre che da Marc Marquez, e dunque hanno voglia di riscatto.

MotoGP, Valentino Rossi parla dell’appuntamento di Aragon

Oggi Rossi ha rilasciato un’intervista a Sky Sport MotoGP e in primis gli è stato chiesto se abbia rivisto la gara di Misano: «Non avevamo molto da vedere. Credo di averla vista solo una volta. Di solito guardo le gare che mi piacciono e nelle quali vado bene. A Misano speravamo di lottare davanti, non è una delle più belle da rivedere».

Successivamente si è parlato di Aragon e dell’importanza di trovare conferme in seguito ai recenti progressi mostrati da Yamaha: «La pista è bella, però per qualche motivo ho sempre fatto molta fatica. E’ una delle più difficili per me durante l’anno, negli ultimi anche per la Yamaha. Abbiamo sofferto, nel 2018 è stato un weekend molto complicato. Vedremo in questo fine settimane se i progressi fatti nelle ultime gare li porteremo anche qui. Se riusciamo ad andare meglio ed essere più competitivi».

Valentino ha anche spiegato che ad Aragon non sarà tanto la velocità sul dritto a incidere maggiormente, bensì altri aspetti comunque fondamentali sempre: «In rettilineo la nostra velocità massima non è fantastica, però non è lì dove si fa la differenza. La si fa più nelle accelerazioni e nelle curve, nel modo nel quale si fanno lavorare le gomme cercando di consumarle meno. Vedremo, negli ultimi GP sotto questo punto di vista siamo un po’ migliorati. Questo sarà un banco di prova molto interessante».

Infine al nove volte campione del mondo viene domandato quali appuntamenti possono essere più favorevoli a lui e Yamaha da qui al termine del campionato MotoGP 2019: «Aragon e Valencia molto difficili. Invece in Thailandia, Giappone, Australia e Malesia dovremmo essere competitivi».

Leggi anche —> Valentino Rossi si prepara a una “pista dura”. Copiando da Quartararo?