MotoGP, Petrucci vuole voltare pagina: “Devo sbattermene di più…”

0
127
Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (Getty Images)

Danilo Petrucci non sta vivendo un periodo positivo. Le ultime gare sono state deludenti e ad Aragon in questo weekend spera in una svolta. In Ducati si aspettavano che la vittoria del Mugello lo avesse sbloccato definitivamente, invece così non è stato.

Nel team di Borgo Panigale c’è grande fiducia nei confronti del pilota ternano, chiamato però a reagire al difficile momento. Petrux è terzo nella classifica mondiale MotoGP e deve difendere la posizione dagli assalti di Alex Rins, Maverick Vinales, Valentino Rossi e Fabio Quartararo.

MotoGP, Petrucci motivato per Aragon

Petrucci, intervistato da Sky Sport MotoGP, ha : «Devo sbattermene di più di ciò che ho intorno e pensare solo a guidare la moto, so farlo. Non devo pensare ai punti in classifica, al voler fare di più, a chiedermi perché due mesi fa ho vinto mentre ora fatico a stare in top 5. Sono io a mettermi pressione, perché ho desiderio di fare bene. Non è sempre facile riflettere senza essere influenzati».

Danilo sottolinea che purtroppo la sua stazza fisica è un ostacolo in certe gare, ma spera che in Spagna non sia così nel weekend: «Ho un fisico più da calciatore o da motocrossista. Non ci sono stati tanti piloti veloci che pesavano 80 chili. A volte è un vantaggio, ma altre no e fatichiamo a capire il perché. A Misano è stato un grosso svantaggio».

Ducati sempre fortissima sul dritto, ma Honda l’ha praticamente raggiunta. Petrucci evidenzia che altri aspetti contano e auspica di riscattarsi ad Aragon: «Il rettilineo ormai conta poco, è più importante fare bene le curve. In MotoGP i rettilinei sono sempre più corti e la Honda ormai è arrivata col motore. L’anno scorso ad Aragon il Dovi ha fatto bene e anche io sono stato attaccato al gruppo di testa. Sembra una buona occasione per tornare davanti».