Fabio Di Giannantonio

Moto2, Speed Up fa ricorso contro la decisione di Misano

Il team Speed ​​Up di Fabio Di Giannantonio ha fatto appello contro la decisione degli Steward della MotoGP che hanno concesso la vittoria a Misano di Augusto Fernandez.

Fernandez ha guadagnato slancio attraverso la zona verde in curva 11, prima di passare Diggia e concludere primo. Un’indagine degli Steward sull’incidente è stata avviata dopo la gara, ma non sono state intraprese ulteriori azioni nel senso che Fernandez ha mantenuto la sua vittoria davanti a Di Giannantonio. Ma dal momento che la squadra di Speed ​​Up non è stata informata ufficialmente della decisione fino ad oggi, ha deciso di presentare un ricorso ufficiale.

Il caso è stato quindi ora rinviato ai Commissari FIM che dovranno discuterne. Durante la conferenza stampa del giovedì ad Aragon, Marc Marquez ha chiesto chiarezza sul rigore dei limiti di pista e ha citato l’incidente della Moto2 a Misano come un cattivo esempio di casi futuri. “Sarà un argomento di cui parlare in Safety Commission. La parte verde alla fine è una zona fuori dal tracciato. Fernández, ma vale per chiunque, ha sfruttato la curva 6 per trarre vantaggio sul pilota davanti. Il sorpasso alla curva 14 poi è iniziato alla curva 11. Non è bello usare questi trucchi a fine gara.”

Sulla stessa linea il pensiero di Alex Marquez, leader della classe di mezzo: “Possono introdurre una regola che dica che all’ultima curva non si può fare” ha dichiarato il minore di casa Márquez. “Non sarebbe però nemmeno giusto: qualcuno l’ha fatto ed altri possono far valere le loro ragioni per questo. Bisogna definire la regola, ma se adesso cambiasse qualcosa non sarebbe giusto verso chi non può avvalersi di questa finestra.”