L'ex Miss Campania Annamaria Sorrentino
L’ex Miss Campania Annamaria Sorrentino (foto dal web)

Il caso sulla morte di Annamaria Sorrentino, ex Miss Campania si infittisce: per i suoi famigliari la donna, sordomuta, non si sarebbe uccisa ma sarebbe stata assassinata.

La morte di Annamaria Sorrentino, l’ex Miss Campania sorda precipitata dal terzo piano di un appartamento lo scorso 16 agosto mentre era in vacanza a Parghelia, in provincia di Vibo Valentia con il marito e due coppie di amici, non presenterebbe più dei contorni così certi. L’ipotesi accreditata dagli inquirenti, sin da subito, fu quella del suicidio, ma la famiglia della giovane non riterrebbe tale versione plausibile. Secondo quanto riportato dal settimanale Giallo, poco prima della caduta, l’ex Miss stava litigando furiosamente con il marito, tanto che i vicini avrebbero contattato le forze dell’ordine. La famiglia della ragazza, riporta la redazione de Il Sussidiario, avrebbe categoricamente escluso l’ipotesi dell’estremo gesto affermando che Annamaria non si sarebbe mai suicidata. I parenti della donna continuano a respingere la tesi del gesto estremo sostenendo: “Non crediamo a chi era in quella casa con lei“. Ed il fratello della vittima, inoltre, avrebbe rivolto delle pesanti accuse, riporta Il Sussidario, al cognato: “La picchiava“.

Morte Annamaria Sorrentino, ex Miss Campania: la famiglia non crede si sia suicidata

Stando ad alcune indiscrezioni riportate dal settimanale Giallo, sul marito della giovane Annamaria Sorrentino, sarebbero stati rinvenuti alcuni graffi di origine sospetta, pertanto la famiglia della donna avrebbe richiesto che sul caso vengano espletate ulteriori attività investigative. Per i parenti dell’ex Miss Campania l’ipotesi che la congiunta si sia suicidata non è in alcun modo plausibile: a detta della famiglia, riporta Il Sussidiario, Annamaria  era una ragazza molto solare. Oltre a ciò, il settimanale Giallo avrebbe rivelato un altro particolare che avvalorerebbe la tesi dei famigliari:  qualche settimana prima della morte, Annamaria si era recata al pronto soccorso per una contusione alla mano ed altre ferite. Il fratello della donna, Gennaro, avrebbe lanciato alcune accuse nei confronti del cognato: “Il marito era violento – riporta Gialloma lei non ci aveva mai detto niente“. “Dicono che si sia suicidata ma non credo a una sola parola pronunciata da chi era presente in quella casa. Oltre al marito di mia sorella, c’erano altre due coppie di amici, anche loro sordi. Mi sorprende – avrebbe proseguito il fratello di Annamaria- che nessuno abbia visto nulla. È impossibile. Mia sorella, non mi stancherò mai di dirlo, non si è uccisa“.

Il marito di Annamaria Sorrentino, sentito dagli inquirenti tramite l’aiuto di un interprete, considerato che anch’egli è sordo, ha sempre negato un suo coinvolgimento nella morte della moglie. L’uomo avrebbe affermato di aver provato a salvare la coniuge, ma che non ci sarebbe riuscito: al momento del folle gesto compiuto da Annamaria avrebbe dichiarato di essere impegnato in una rissa con l’amico sfociata per gelosia. La coppia era sposata da sette anni, ma stando a quanto riportato dalla redazione de Il Sussidiario, l’uomo non si sarebbe presentato ai funerali della moglie, dopo aver interrotto bruscamente i rapporti con la famiglia della ex Miss.

Leggi anche —> Incendio sorprende una famiglia nel sonno: tragedia all’alba