Leclerc si difende: “Non volevo mettere in difficoltà Vettel”

0
174
Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Leclerc si difende: “Non volevo mettere in difficoltà Vettel”

A Singapore ci è arrivato da protagonista assoluto del dopo estate del Circus. Vincitore nell’arco di una settimana di due gare in Belgio e in Italia, Charles Leclerc però preferisce rimanere con i piedi per terra e concentrarsi su ciò che ancora resta da fare per poter far progressi come pilota.

Per quanto mi riguarda preferisco pensare agli aspetti negativi. Anche dopo un successo, o un weekend in apparenza perfetto, c’è sempre qualcosa da migliorare, specialmente in sé stessi. Io ho 21 anni e ho ancora tanto da imparare“, ha sostenuto il monegasco dal paddock di Marina Bay.

Ancora tema caldo della vigilia del GP la famosa mancata volata tirata a Sebastian Vettel nelle qualifiche monzesi.

Non c’è stato nulla di volontario nella mia azione“, ha cercato di difendersi. “È stata una situazione molto delicata sin dall’inizio a causa del caos che si è verificato, quindi non ne voglio più parlare. Siamo arrivati tardi per fare una seconda tornata, ma sicuramente non era mia intenzione sacrificare il giro di Seb”. E a proposito del rapporto con il tedesco ha tenuto a sottolineare: “Non credo che sia cambiato. Ovviamente dopo la sessione ci siamo confrontati però poi abbiamo chiarito tutto“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sullo smacco invece rifilato a Lewis Hamilton che nel Tempio della Velocità sognava di mettersi dietro gli idoli di casa, il #16 ha affermato: “Non credo che sia preoccupato, è molto forte mentalmente“.

Infine sullo status di prima guida che potrebbe aver guadagnato con i due centri appena segnati, il campione 2017 di F2 ha concluso: “Non mi sono mai sentito così. Non so che aspetto abbia l’equipe dall’esterno, ma all’interno c’è molto equilibrio, ci sono state occasioni in passato in cui ho aiutato Sebastian e altre in cui è stato Seb ad aiutarmi“.

Chiara Rainis