Smartphone
(foto dal web)

Una giovane 33enne, dopo che la madre le aveva commentato per errore un video con delle emoticon arrabbiate, è stata stroncata da un infarto nella propria camera da letto.

Un tragico malinteso, problemi pregressi, la dipendenza da sostanze stupefacenti ed una forte instabilità avrebbero condotto alla morte una ragazza di 33 anni, Shabina Miah: la giovane dopo aver visto che la madre aveva commentato un suo video con delle emoticon arrabbiate sarebbe stata colpita da un infarto. La 33enne è stata ritrovata priva di vita nella propria camera da letto.

Stroncata da un infarto a 33 anni: la morte dopo una lite con la madre per delle emoticon

Sarebbe morta a soli 33 anni, stroncata da un infarto, la giovane Shabina Miah, dopo che per errore la madre Angela avrebbe commentato con delle emoticon arrabbiate un video in cui la ragazza si divertiva con gli amici. Un errore commesso dalla donna che si è sommato ad altri numerosi problemi pregressi della figlia. La serie di malintesi si sarebbe protratta durante il corso della serata di martedì 17 settembre: dopo aver visualizzato il commento della madre, la giovane Shabina Miah l’avrebbe bloccata su Facebook e non avrebbe più risposto alle numerose telefonate della donna la quale voleva spiegarle che si era trattato di un errore. Secondo quanto emerso dall’inchiesta, riporta Leggo, la madre avrebbe voluto inviarle un “like“, ma per qualche assurdo motivo il suo iPad sarebbe andato in crash facendo apparire le emoji che hanno fatto infuriare la figlia. I tentativi di spiegare l’accaduto alla 33enne sono stati vani, considerato che quest’ultima non rispondeva più alle sue telefonate. La donna si sarebbe recata, quindi, a casa della giovane Shabina dove le due hanno avuto un’accesa discussione: la mattina seguente la ragazza è stata trovata morta nel proprio letto.

Stando a quanto riportato dalla redazione di Leggo, nel sangue della ragazza sono state trovate tracce di cocaina che però, secondo il medico, non sarebbe stata presente in una quantità eccessiva tale da poterne causare il decesso.

Shabina Miah, morta d’infarto a 33 anni: un passato travagliato

Shabina Miah, conosciuta come Shaz, aveva alle spalle un passato difficile, riporta la redazione di Leggo. Problemi medici tra cui depressione e diabete e due overdose di insulina. Nell’ultima settimana di vita, però, aveva ripreso a prendere i farmaci ed aveva anche fissato un appuntamento con un consulente per risolvere le proprie difficoltà. A tutto ciò si era aggiunto uno stato di instabilità emotiva dovuti ai problemi con il fidanzato: la coppia stava attraversando, riporta Leggo, un momento di allontanamento dopo che la storia d’amore, negli anni precedenti, aveva aiutato molto la giovane Shabina .

Leggi anche —-> Incendio sorprende una famiglia nel sonno: tragedia all’alba