Alex Zanardi davanti al camion della Bmw (Foto Bmw)
Alex Zanardi davanti al camion della Bmw (Foto Bmw)

Automobilismo | Alex Zanardi torna a correre nel campionato GT al Mugello

Sempre alla ricerca di sfide da affrontare il buon Alex Zanardi ha deciso di cogliere al volo quella proposta dalla BMW, Casa a cui ormai da tanti anni è legato. Il driver di Castel Maggiore tornerà alla guida di una M6 GT3 in occasione dell’ultimo round del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, al fianco di Stefano Comandini ed Erik Johansson, attualmente al vertice della classifica generale.

In realtà questa notizia non è una vera e propria sorpresa visto che già da tempo se ne parlava. Mancava infatti soltanto l’ufficialità che è finalmente giunta questo mercoledì con un comunicato da parte del costruttore. Il 52enne ritroverà il circuito del Mugello dopo un’assenza partita nel 2016. Allora vinse in Gara 2 sempre nell’abitacolo dell’auto tedesca.

“Non vedo l’ora di essere lì per molte ragioni”, ha dichiarato l’ex driver IndyCar. “Per prima cosa, sono passati alcuni mesi dalla mia ultima competizione a Daytona e sono impaziente di tornare al volante. Il BMW Team Italia gestito dal mio vecchio amico Roberto Ravaglia è come una seconda famiglia per me, così come gli ingegneri della BMW M Motorsport, che sono stati al mio fianco per molti anni. E, ultimo ma non meno importante, sono i ricordi della vittoria nel 2016, al mio debutto nella BMW M6 GT3. Era stato un fine settimana indimenticabile e indescrivibile. So già che mi godrò la preparazione e la corsa dal primo all’ultimo momento”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Le caratteristiche della macchina

Dopo aver effettuato alcuni test è stato definito il modo con cui la parte sterzo sarà adattata alle esigenze del pilota. Nello specifico, il volante sarà dotato di una sola paletta, mentre la frenata sarà assicurata da una lunga leva con sopra un pulsante che gli permetterà di effettuare la scalata.

Non è la prima volta che Zanardi torna a dare battaglia nei motori dopo aver stracciato la concorrenza nel mondo dell’handbike. Ad inizio 2019 era stato uno dei più acclamati protagonisti della 24 Ore di Daytona. Proprio nella maratona americana avevano fatto il loro debutto i comandi speciali creati appositamente per lui e adattati alla M8. Gli stessi che verranno applicati alla M6 GT3 che utilizzerà sul tracciato toscano per il GT.

A fronte di questa partecipazione stellare, nel weekend che andrà in scena dal 4 al 6 ottobre ci sarà da attendersi il pienone. Già nel round di Vallelunga erano state calcolate 15000 presenze.

Chiara Rainis