Valentino Rossi in pista con la Yamaha al Gran Premio di San Marino 2019 di MotoGP a Misano Adriatico (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)
Valentino Rossi in pista con la Yamaha al Gran Premio di San Marino 2019 di MotoGP a Misano Adriatico (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)

MotoGP | Yamaha ottimista: Valentino Rossi può finalmente sfatare il tabù Aragon

Finalmente si respira un clima di ottimismo in casa Yamaha. Dopo un lungo periodo di crisi termica, gli ultimi sviluppi recentemente introdotti (dalla copertura del disco freno anteriore, allo scarico a doppia uscita, fino al forcellone in carbonio e ai miglioramenti elettronici) sembrano aver riportato la Casa dei Diapason alla posizione che le compete in MotoGP: quella di avversaria della Honda, in lotta per la vittoria.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lo dimostrano ad esempio le recenti prestazioni di Fabio Quartararo, che all’ultima uscita di Misano si è giocato fino al traguardo il successo con Marc Marquez: alla fine per lui è arrivato un altro podio, ma l’impressione di tutti è che sia solo questione di tempo prima che arrivi il suo primo trionfo. Forse già questo weekend, con il Gran Premio di Aragona, che riporterà in pista il Motomondiale ad una sola settimana dalla tappa sulla Riviera adriatica.

Yamaha in gran forma

La configurazione del circuito lascia ancora una volta ben sperare alla squadra di Iwata: non è poi così distante da quella del tracciato romagnolo, molto tortuosa, tecnica, con una serie di curve da percorrenza. La principale differenza è data dal lungo rettilineo che porta alla principale staccata, quella della curva 16, che certamente non favorirà la M1 che ha proprio nella velocità di punta il suo attuale persistente handicap nei confronti della Honda e anche della Ducati.

Ciononostante, i piloti ufficiali si dicono convinti che la stessa competitività messa in mostra nel Gran Premio di San Marino si possa ripetere anche in Spagna. Maverick Viñales, in particolare, è lanciatissimo sull’onda della striscia positiva di due podi consecutivi: “Mi fanno arrivare più forte e motivato, e Aragon è una pista che mi piace molto”, dichiara lui. Anche se da queste parti non ha mai vinto.

Valentino Rossi a secco di successi

Lo stesso si può dire per il suo compagno di squadra Valentino Rossi: il MotorLand è infatti uno dei pochi tracciati attualmente in calendario dove il Dottore non è mai salito sul gradino più alto del podio. Anzi, non è mai andato oltre il terzo posto, conquistato nel 2013, 2015 e 2016, mentre nel 2017 artigliò la sua unica partenza in prima fila. Per il resto solo delusioni, come nella scorsa edizione quando la Yamaha era letteralmente persa nel suo rendimento disastroso.

Stavolta, naturalmente, il fenomeno di Tavullia si aspetta miglioramenti: “Di solito questa è una pista difficile per noi, ma spero che potremo essere più competitivi che in passato”, ha dichiarato alla fine del weekend di casa a Misano. “La Yamaha sta andando bene e io vengo da tre quarti posti in cui non sono arrivato lontano dal podio”. Anche ad Alcañiz sembrano esserci le condizioni per sperare in bene.

Fabrizio Corgnati