Andrea Iannone ai box Aprilia a Misano Adriatico (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Andrea Iannone ai box Aprilia a Misano Adriatico (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

MotoGP | Andrea Iannone ancora in forse per Aragon: quando si deciderà se correrà

L’ultima parola spetterà, come sempre, ai dottori della MotoGP. Andrea Iannone le sta provando tutte per disputare il Gran Premio di Aragona questo weekend, nonostante il suo trauma alla spalla sinistra si sia riacutizzato per via di due cadute avvenute solo lo scorso weekend a Misano Adriatico. Il dolore gli ha impedito di correre il Gran Premio di casa a San Marino, ma il Maniaco non ha alcuna intenzione di saltare un altro appuntamento del Motomondiale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La sua incrollabile forza di volontà si deve però scontrare con il giudizio inappellabile del centro medico del circuito di Motorland, a cui si sottoporrà giovedì per valutare le sue condizioni fisiche. Solo domani, dunque, sapremo definitivamente se il pilota di Vasto potrà salire o meno in sella alla sua Aprilia in questo fine settimana spagnolo. Lui, naturalmente, ci spera: “Dopo Misano ho lavorato per recuperare dall’infortunio alla spalla. Purtroppo il tempo è poco, la situazione non è perfetta ma solo dopo il controllo medico saprò se sarà possibile correre. Il mio intento è di esserci, anche stringendo i denti”.

C’è Espargarò e la wild card Smith

Al suo fianco attende con impazienza uno dei Gran Premi di casa anche il suo compagno di squadra Aleix Espargarò. Che, oltre a sentire fortemente questa tappa per comprensibili questioni affettive, è anche caricato dai positivi precedenti su questo tracciato: due sesti posti consecutivi ottenuti con la moto di Noale. “Aragòn è una pista su cui sono sempre andato piuttosto forte”, conferma infatti lui. “Mi piace il layout e mi aspetto di andare meglio rispetto a Misano. Sappiamo quali sono i nostri limiti, in questo momento la migliore strategia è dare sempre il 100% cercando di sfruttare al meglio il pacchetto tecnico che abbiamo a disposizione”.

A completare lo schieramento del marchio italiano in questo fine settimana ci sarà anche la wild card, il collaudatore Bradley Smith, il cui compito principale sarà come sempre quello di raccogliere ulteriori dati per lo sviluppo della RS-GP non solo per l’ultima parte del campionato, ma soprattutto in vista della prossima stagione. “È bello tornare in pista per la mia ultima wild card stagionale”, conclude l’inglese. “Abbiamo lavorato molto dietro le quinte, su diverse piste. Siamo stati ad Aragon pochi giorni fa per un test, in questo weekend il mio obiettivo sarà quello di aiutare il team ufficiale prima delle trasferte oltreoceano. Sarà interessante vedere dove siamo rispetto ai concorrenti, visto che in MotoGP tutto evolve molto velocemente: questo mi aiuterà a capire dove concentrare il nostro lavoro per il resto della stagione e in preparazione al 2020”.