Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

I carabinieri di Messina hanno arrestato un uomo accusato di aver nascosto ad alcune donne, con cui aveva avuto dei rapporti non protetti, di essere malato di Hiv. Tra queste anche la ex compagna, con cui aveva avuto un figlio, deceduta a causa dell’Aids.

Un uomo di 55 anni ha nascosto di essere malato di Hiv ed ha avuto rapporti non protetti con alcune donne contagiandone almeno quattro. Il 55enne, originario della provincia di Messina, ha nascosto la patologia per anni anche alla compagna con cui aveva avuto un figlio che è morta. Quanto accaduto è stato scoperto dalla Procura della Repubblica di Messina che dopo aver avviato le indagini, a seguito della denuncia della sorella della vittima, ha fatto arrestare l’uomo con l’accusa di omicidio e lesioni gravissime.

Messina, nasconde l’Hiv per anni e contagia alcune donne, tra cui la ex compagna: arrestato un 55enne

Ha dell’incredibile quanto emerso dalle indagini avviate dalla Procura della Repubblica di Messina che hanno chiesto ed ottenuto l’arresto di uomo di 55 anni, originario della provincia del capoluogo di provincia siciliano. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come riporta la stampa locale e la redazione de La Repubblica, il 55enne avrebbe nascosto di essere malato di Hiv continuando ad avere rapporti con alcune donne e contagiandone almeno quattro. Tra le vittime del contagio anche l’ex compagna con cui aveva avuto un figlio che è morta di Aids. A denunciare quanto accaduto è stata la sorella della vittima che ha raccontato ai carabinieri: “Avrebbe avuto dieci anni -riporta Repubblicaper informarla ed inoltre era perfettamente a conoscenza che dal 2015 stava malissimo“. L’uomo, secondo quanto emerso dall’inchiesta coordinata dal procuratore di Messina, Maurizio De Lucia, pur essendo a conoscenza della malattia, ha proseguito ad avere rapporti non protetti con la ex compagna, a cui poi avrebbe consigliato di assumere integratori alimentari per curarsi. Inoltre, sembrerebbe che anche la prima moglie morì a causa del contagio negli anni ’90. Alle donne a cui l’uomo avrebbe trasmesso il virus, riporta Repubblica, avrebbe raccontato che, invece, era morta a causa di un tumore. Il 55enne è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di omicidio e lesioni gravissime, reato contestato solo in un caso, dato che per gli altri non ci sarebbero prove dell’intenzionalità del contagio.

Leggi anche —> Bambini a rischio: sono sessanta i tipi di tumori che possono colpirli