(Image by Motor1)

Per definizione, la Mercedes Classe S è stata per molti decenni l’apice del lusso e dell’ingegneria alla Daimler, quindi c’è molto da fare per la prossima generazione, poiché deve innovare in un modo o nell’altro.

La premiere è prevista per il 2020, ma Mercedes sta già (in un certo senso) presentando in anteprima il modello al Salone dell’auto di Francoforte 2019 con lo splendido Vision EQS, un concetto per una nuova ammiraglia che si affiancherà alla Classe S W223.

Presso il Salone dell’Auto in Germania, il capo della Mercedes e presidente della Daimler, Ola Källenius, ha parlato brevemente con la rivista australiana ‘Car Advice‘ della Classe S di nuova generazione. Deve essere “all’avanguardia dell’industria automobilistica, aggiungendo che è il motivo per cui le persone che lavorano per Mercedes si svegliano ogni mattina. Per raggiungere il suo obiettivo, la casa automobilistica di lusso vuole che la prossima S sia il suo primo modello di serie ad offrire un sistema di guida autonomo di livello 3.

Secondo Markus Schäfer, membro del consiglio di amministrazione di Daimler per la R&S di Mercedes, la nuova berlina top di gamma non riceverà un puro propulsore elettrico, dato che questo ruolo è stato attribuito al suddetto EQS. Maggiori informazioni sulla prossima generazione saranno rese note tra qualche mese. Schäfer, nel frattempo, ha continuato a sottolineare:

Per quanto riguarda la nostra ambizione per una Classe S, abbiamo grandi aspettative, è il top end del nostro portafoglio in termini di tutto, quindi l’obiettivo è estremamente ambizioso sotto ogni aspetto”.

Siamo stati così impegnati con il Motor Show di Francoforte che non abbiamo avuto il tempo di condividere questo nuovo video spia di una Classe S 2020. Individuato in Germania, il prototipo camuffato aveva un po’ meno travestimento, permettendoci di vedere le maniglie delle porte a scomparsa. La W223 potrebbe rinunciare alla variante coupé e alla carrozzeria cabriolet, mentre le prossime generazioni di SL e AMG GT serviranno come alternative.