Leclerc e Verstappen insieme alla Ferrari: cosa ne pensa Mattia Binotto

0
1088
Max Verstappen e Charles Leclerc con la tuta della Ferrari (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)
Max Verstappen e Charles Leclerc con la tuta della Ferrari (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)

F1 | Leclerc e Verstappen insieme alla Ferrari: cosa ne pensa Mattia Binotto

A lanciare la bomba, la scorsa settimana, era stato lo stesso diretto interessato, Max Verstappen in persona: “Charles Leclerc e io potremmo trovarci bene nella stessa squadra”, ha dichiarato. La squadra in questione, manco a dirlo, è la Ferrari. Leclerc, infatti, è blindato a Maranello, oltre ad esserne diventato il leader indiscusso sia nelle gerarchie interne che nei cuori dei tifosi, e al suo fianco il sedile di Sebastian Vettel è destinato a liberarsi presto, alla luce della crisi che continua a tormentare il quattro volte campione del mondo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Proprio quel sedile avrebbe messo sott’occhio Verstappen, alla ricerca di un top team che gli permetterebbe di giocarsi il campionato del mondo alla scadenza del suo attuale contratto con la Red Bull a fine 2020. Per il Cavallino rampante, insomma, si prospetterebbe la possibilità di formare un dream team, un’accoppiata con i due giovani piloti più stimati e ambiti dell’intero circus. Per gli osservatori e gli addetti ai lavori, uno scenario affascinante ed entusiasmante.

Persino l’ex patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, ha dato il suo esplicito appoggio a questa eventualità: “Sono due personaggi completamente differenti, che hanno vinto gare in modi differenti”, ha dichiarato ai microfoni della rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport. “Per questo motivo scegliere tra di loro sarebbe difficile per me. Li si potrebbe confrontare solo se guidassero la stessa macchina, e sarebbe bello vederlo”. Anche l’ex pilota della Ferrari Giancarlo Fisichella è d’accordo: “Oggi ci sono tanti piloti che in pochi anni hanno già scritto la storia della Formula 1, ma la nuova generazione si sta avvicinando rapidamente”, ha spiegato il pilota romano alla Gazzetta dello Sport. “Se fossi un team manager per il futuro punterei senza dubbio su Leclerc e Verstappen”.

Binotto dice di no a Leclerc e Verstappen

L’unico apparentemente scettico nei confronti di questa prospettiva, però, è proprio colui che sarà chiamato a scegliere sulla futura coppia di piloti della Rossa, il team principal Mattia Binotto. “Io arrivai in Ferrari all’epoca di Michael Schumacher, che era affiancato da Rubens Barrichello o Felipe Massa”, ha commentato alla Gazzetta dello Sport. “Penso che dovremmo avere un grande primo pilota e un secondo in grado di vincere delle gare e ottenere punti: sullo stile di Hamilton e Bottas. Due piloti insieme come Max e Charles creano difficoltà nella gestione del team”.

Lui ne sa qualcosa, visto che proprio oggi si ritrova a dover affrontare gli stessi problemi con Vettel e Leclerc. Meglio avere degli ordini di scuderia ben definiti per il futuro, dunque. Ma in F1 non si può mai dire mai, e siamo sicuri che la Ferrari potrebbe permettersi davvero di dire di no, se alla sua porta bussasse un talento come quello di Max Verstappen?