Chaz Davies
Chaz Davies (Getty Images)

Per Chaz Davies un 2019 non facile, tra un adattamento alla Ducati Panigale V4 R non immediato e il confronto impietoso con un compagno come Alvaro Bautista. Un rendimento un po’ altalenante del gallese in questo campionato mondiale Superbike.

Sicuramente questa stagione di esperienza sulla nuova moto aiuterà lui e il team in vista della prossima. Con i dati raccolti c’è la possibilità di migliorare ed essere più competitivi nel 2020, quando nella squadra ci sarà Scott Redding al posto di Bautista (diretto in Honda). Sarà interessante vedere se l’ex pilota MotoGP, oggi protagonista nella British Superbike (BSB), riuscirà ad essere competitivo subito.

Superbike, Davies sull’arrivo di Redding in Ducati

Davies è contento dell’approdo di Redding nel team Aruba Racing Ducati. Nell’intervista concessa a Speedweek ha spiegato il motivo: «Un po’ lo conosco e penso sia un bravo ragazzo. Ho avuto un buon rapporto con Melandri e Bautista, mi aspetto altrettanto con lui. Un aspetto positivo del suo arrivo è la sua statura, simile alla mia. Marco e Alvaro sono più bassi e leggeri, invece. Non avrà un vantaggio su di me».

A Chaz è stato domandato che lui potrà aiutare l’inserimento del futuro compagno nella squadra e in un campionato diverso come il WorldSBK. Ha risposto così: «Non credo di dovergli spiegare qualcosa. E’ un professionista e penso che sappia affrontare un’esperienza nuova. Dovrà capire velocemente la moto e trovare la sua strada».

L’esperto rider gallese ha espresso anche stupore per la partenza di Bautista, che dovrebbe essere annunciato dalla Honda la prossima settimana: «Sono rimasto sorpreso dal fatto che abbia lasciato Ducati. Non me lo aspettavo. Ma non sai mai cosa ci sia dietro una tale decisione». Sicuramente l’aspetto economico ha contato molto, visto che Ducati non ha accontentato le richieste di Alvaro. Inoltre, il progetto giapponese evidentemente lo attira.