Marc Marquez esulta per la vittoria al Gran Premio di San Marino 2019 di MotoGP a Misano Adriatico (Foto Marco Bertorello/Afp/Getty Images)
Marc Marquez esulta per la vittoria al Gran Premio di San Marino 2019 di MotoGP a Misano Adriatico (Foto Marco Bertorello/Afp/Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez torna a vincere ed esulta così: con un urlo bestiale (VIDEO)

Per un pilota che ha già un vantaggio praticamente incolmabile in campionato (ad oggi è di 93 punti, il più ampio a questo punto della stagione dal 2005), che è lanciato verso il suo ottavo titolo mondiale e che di gare quest’anno ne ha già vinte ben sette, tagliare il traguardo per primo ancora una volta potrebbe essere diventato un esercizio quasi abituale. Ma non se il pilota in questione si chiama Marc Marquez e di vittorie, evidentemente, non è mai davvero sazio.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lo dimostra l’esultanza con cui ha festeggiato il trionfo nel Gran Premio di San Marino: appena rientrato in parco chiuso e sceso dalla sua Honda, ha accolto i suoi meccanici con un urlo bestiale. Una manifestazione della stessa grinta che ha dimostrato in pista, quasi da perdere la testa. Ma c’è un motivo, che ha spiegato lui stesso a caldo davanti alle telecamere, e che non riguarda solo il fatto di aver battuto i suoi rivali Valentino Rossi e Andrea Dovizioso proprio a casa loro, a Misano Adriatico.

No, a fare ancora male al Cabroncito erano le due recenti sconfitte all’ultimo giro, patite dallo stesso Dovizioso in Austria e da Alex Rins in Gran Bretagna. Una striscia negativa molto breve, ma comunque inaccettabile per un vincente come lui: “Ho esultato così perché le ultime due gare senza vittorie bruciavano”, ha ammesso ai microfoni di Sky Sport. Ebbene sì, per Marquez anche due Gran Premi di fila lontano dal gradino più alto del podio sono troppi. Tanto da permettersi perfino di perdere la testa al momento di festeggiare.

Leggi anche —> MotoGP, Marquez: “Bello vincere in Italia, ieri una motivazione in più”