Ragazza trovata impiccata in un parco giochi: ritrovate delle lettere indirizzate ai genitori

0
1359
Parco giochi
(Getty Images)

Una ragazza di 18 anni è stata ritrovata impiccata ad uno scivolo di un parco giochi di Roma, prima del gesto aveva lasciato delle lettere indirizzate ai genitori.

Una ragazza di soli 18 anni è stata ritrovata impiccata nella mattinata di ieri all’interno di un parco giochi di Roma. A fare la tragica scoperta è stato il custode del parco per bambini di Galla Placidia, nel quartiere Sant’Ippolito di Roma, che ha immediatamente contattato i soccorsi. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso della giovane 18enne, ritrovata impiccata ad uno scivolo con le mani legate da alcune fascette. L’ipotesi più accreditata al momento è quello del suicidio, tesi avvalorata dal ritrovamento di alcune lettere lasciate in casa ed indirizzate ai genitori nelle quali la ragazza spiegava le ragioni del suo gesto.

Ragazza trovata impiccata in un parco giochi, il custode: “Pensavo fosse uno scherzo, mi sembrava un fantoccio”

Si sarebbe allontanata da casa poi sarebbe entrata nel parco giochi di dopo l’orario di chiusura e lì si sarebbe impiccata dopo essersi legata le mani con delle fascette, probabilmente utilizzando i denti. Questa sarebbe la ricostruzione, secondo quanto riporta la redazione di Fanpage, di quanto accaduto nella serata di mercoledì quando una ragazza di 18 anni si è tolta la vita nel parco giochi di Galla Placidia a Roma, ritrovata al mattino seguente dal custode di quest’ultimo. L’uomo ha rilasciato alcune dichiarazioni spiegando: “La fune era attaccata là (alla sbarra dello scivolo) ma era troppo lunga, non era tesa – riporta FanpageQuando l’ho vista era in una posizione strana, aveva i talloni alzati e le mani legate davanti da una fascetta di plastica, e la testa leggermente inclinata. Mi sono avvicinato a un metro, all’inizio pensavo fosse qualche scherzo, mi sembrava un fantoccio. Ma poi ho visto che era una ragazza impiccata. Abbiamo subito chiamato la polizia e aspettato che arrivasse. Io sono sei anni che sto qua, non l’ho mai vista, non conoscevo. Immagino però fosse di zona per venire qui“. Dopo i primi accertamenti della polizia pare si sia trattato di un suicidio, ipotesi avvalorata da alcune lettere ritrovate in casa in cui la 18enne spiega il motivo del suo gesto indirizzate ai genitori, i quali avevano subito denunciato la scomparsa. La ragazza, come riporta Fanpage, inoltre, soffriva di crisi depressive ed in passato aveva già cercato di togliersi la vita.

Leggi anche —> Dramma nella mattinata: l’orribile scoperta del custode di un parco giochi