Affittasi
(foto dal web)

“Non si affitta a meridionali”: questa la risposta ricevuta da una ragazza foggiana a cui è stata negata la possibilità di poter affittare un immobile nel milanese. L’incresciosa vicenda è stata condivisa dalla stessa giovane ed è divenuta virale sul web.

Non affittiamo la casa ai meridionali“, questo è quello che si sarebbe sentita rispondere una ragazza di Foggia da una donna con cui era in trattativa per firmare un contratto di locazione. A denunciare quanto accaduto è la stessa ragazza, Deborah Prencipe sul proprio profilo Facebook in un lungo post al termine del quale ha riportato anche gli audio scambiati con la proprietaria dell’immobile. Quest’ultima, nei messaggi vocali di WhatsApp si definisce “razzista e salviniana” aggiungendo che non le interessa nulla del parere della ragazza perché “i meridionali sono meridionali anche nel 4000, non solo nel 2000“.

Ragazza rifiutata perché del Sud: “Non affitto casa ai meridionali”

Nelle ultime ore è diventato virale sul web il post pubblicato da una ragazza, Deborah Principe, su Facebook nel quale denunciava quanto fatto da una signora che non le avrebbe affittato la casa in quanto meridionale. “Succede questo -scrive Deborah- Decido di trasferirmi nel paese della mia fidanzata in provincia di Milano. Cerco una casa in affitto, la trovo e me ne innamoro. Mi metto d’accordo con la proprietaria di casa, una ragazza, di far partire il contratto ad ottobre. Quindici giorni prima -prosegue la ragazza- dell’inizio del contratto la ragazza mi manda un messaggio dicendomi che l’inizio del contratto slitta di un mese trovando scuse poco credibili. In un secondo momento ricevo un altro messaggio da parte della ragazza che mi dice che la casa in affitto non può più darmela perché preferisce venderla. Le rispondo dicendole che non trovo corretto cambiare le carte in tavola all’ultimo minuto e che i patti erano altri. In tutto ciò interviene la madre della ragazza che mi contatta. Il motivo per cui non mi viene data la casa in affitto è perché sono nata a Foggia. C O S A, direte voi. Esattamente. Sono nata a Foggia e la signora Patrizia di Malvaglio ritiene che in casa sua i meridionali non devono entrare. Allego messaggio e audio della signora che conferma il tutto“.  Deborah a questo punto conclude il proprio sfogo rivolgendosi all’ex Ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini: “Benvenuti nell’Italia di oggi dove, a quanto pare, c’è da tirare fuori i cartelli con scritto ‘Non si affitta ai meridionali’ perché, evidentemente, non sono ancora passati di moda. Ps: immagino che Matteo Salvini si dissocerà da tutto questo visto che per lui, oggi, la distinzione tra meridionale e settentrionale non esiste più. Giusto, Matteo? Grazie alla mia fidanzata per aver trovato le parole giuste per raccontare la mia storia. Io al momento non ne sono in grado“.

Ragazza rifiutata perché meridionale, gli audio choc: “Sono razzista e salviniana”

Deborah sotto il post ha pubblicato anche delle note vocali che avrebbe ricevuto dalla proprietaria di casa, in cui quest’ultima si sente: “Guardi sinceramente di quello che pensa non me ne frega niente. Per me i meridionali sono meridionali anche nel 4000, non solo nel 2000, ragione per cui ho frenato un pochettino. Per me i meridionali, i neri e i rom sono tutti uguali, io sono una razzista al 100 per cento. Quello che pensa lei proprio non mi interessa niente. Se vuole comprarsi la casa se la compra, quello che è importante è quello che c’è sulla carta d’identità. Non è una svizzera, è una meridionale – prosegue – è scritto nella carta d’identità, non è un segreto di Stato. Lo sono venuta a sapere troppo tardi. Se l’avessi saputo prima avrei frenato mia figlia, sono sincera quello che pensa non me ne frega nulla“. A quel punto Deborah spiega alla signora che avrebbe denunciato pubblicamente quanto stava accadendo sentendosi rispondere in un altro audio: “Scriva anche sotto al post che la signora è una salviniana, è una leghista come Matteo Salvini, il suo Capitano è Salvini. Scriva che la signora, da quando c’era ancora il Bossi che ha cominciato le prime volte, era in prima linea. Lo scriva in grande, ecco le leghiste cosa fanno. Lo dica pure che sono una leghista sfegatata, sono lieta, felice e contentissima di essere una leghista perché Salvini sin dall’inizio ce l’aveva con tutti i meridionali. Lo pubblichi pure perché non ho vergogna a dire che sono una salviniana“. Dopo che il post ha fatto il giro del web e la notizia si è diffusa rapidamente, la ragazza sul proprio profilo ha pubblicato un aggiornamento in merito alla vicenda affermando: “Ci tengo ad aggiornarvi un po’ su come sta procedendo la questione per cui in tantissimi qui e su Instagram mi state scrivendo e state condividendo. Grazie a voi, la storia è arrivata a tanti giornalisti con cui siamo in contatto e condividerò tutti gli articoli che usciranno! Ovviamente, mi sto muovendo anche legalmente! Continuiamo a condividerlo: più viaggia, più (spero) c’è speranza che non capiti ad altri! Grazie di cuore“.

Leggi anche —> Ragazza trovata impiccata in un parco giochi: ritrovate delle lettere indirizzate ai genitori

Succede questo. Decido di trasferirmi nel paese della mia fidanzata in provincia di Milano. Cerco una casa in affitto,…

Pubblicato da Deborah Prencipe su Giovedì 12 settembre 2019

Pubblicato da Deborah Prencipe su Giovedì 12 settembre 2019

Pubblicato da Deborah Prencipe su Giovedì 12 settembre 2019