Andrea Dovizioso e Charles Leclerc (Foto MotoGP/Ferrari)
Andrea Dovizioso e Charles Leclerc (Foto MotoGP/Ferrari)

MotoGP | Dovizioso come Leclerc, per un trionfo rosso: “Ma qui c’è Valentino Rossi”

A dargli l’ispirazione è stato Charles Leclerc, con il suo trionfo della settimana scorsa nel Gran Premio d’Italia a Monza. In comune con Andrea Dovizioso c’è molto: un motore sotto il sedere, i colori rossi sulla carena, e la pista di casa da onorare. E se il baby fenomeno monegasco della Ferrari ha sentito tutta la pressione di “correre per un’intera nazione”, difendere i colori di tutti i tifosi italiani, le sensazioni non sono certamente diverse per Desmodovi, che di italiano non ha solo la moto ma anche il passaporto.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“In un certo senso l’emozione è simile per la Ducati e per la Ferrari”, ha ammesso ieri nella conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio di San Marino. Ma con un’importante differenza: in MotoGP il tifo degli appassionati nostrani non si concentra soltanto sulla squadra di casa, ma anche e soprattutto sul pilota che è l’idolo locale, Valentino Rossi. “Non è la stessa cosa perché qui c’è Valentino, quindi c’è tanto giallo sulle tribune”, prosegue il ducatista forlivese. “Per fortuna, anche grazie ai risultati che abbiamo ottenuto, ora si vede anche molto rosso, ma Valentino continua a prendere una grossa percentuale”.

Dovizioso è dunque ben consapevole di doversi dividere l’affetto dei tifosi tricolori con il collega: “Quando a Monza corre la Ferrari, c’è solo la Ferrari, indipendentemente dal pilota. Però, sicuramente per un italiano correre e vincere con la Ducati è qualcosa di unico”. Starà dunque ad Andrea prendere per sé tutti i riflettori domenica a Misano Adriatico e oscurare il connazionale, magari facendo il bis della vittoria ottenuta l’anno passato. La cosa più importante, come ha sottolineato lui stesso ieri, è presentarsi al via senza più preoccupazioni fisiche, visto che i postumi della brutta caduta di cui è stato incolpevole protagonista nello scorso GP a Silverstone sono del tutto dietro le spalle. Di certo, per lui come per tutti i piloti italiani, questo non è un fine settimana di gara come gli altri.

Leggi anche —> Per Andrea Dovizioso l’ultima spiaggia sta… sulla Riviera romagnola