Valentino Rossi e Fabio Quartararo (Getty Images)
Valentino Rossi e Fabio Quartararo (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi: “Abbiamo la bega Quartararo, dà mezzo secondo a tutti”

Valentino Rossi arriva a Misano con il morale a mille. Il Dottore, infatti, vuole riportare la sua M1 davanti a tutti qui nel circuito che è a pochi chilometri da casa sua. Il rider di Tavullia forte degli ottimi test di un paio di settimane fa sogna il successo.

In un’intervista a Guido Meda per Sky Sport Valentino Rossi ha così dichiarato: “Oggi è andata bene. Stamattina mi sono svegliato nel mio letto a casa e sono venuto al GP con calma. Questo è un grande lusso per noi che abitiamo qua vicino. Ora però da qui a domenica non mi muovo più da qui. L’esperienza di girare per Tavullia è stata bellissima, era davvero un sogno che avevamo sin da bambini. Lì era un po’ il posto dove si faceva le gare”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per Rossi Leclerc è un talento vero

Il Dottore ha poi proseguito: “Mi sono fermato nella nostra piazza dove stavamo quando ero giovane, abbiamo fatto delle foto ed è stato bellissimo. Poi sono sceso per arrivare al VR46. Non bisogna essere particolarmente tristi quando le cose vanno male e neanche stra-felici quando le cose vanno bene. La sensazione è sempre la stessa dalla prima gara se le cose vanno male”.

“La pista ha un anno in più e di solito qui il grip non è mai pazzesco. Secondo me è più lenta dell’anno scorso. Nei test è andata bene, la Yamaha sta lavorando e la moto sta andando meglio. Mi pare che tutti i piloti della Yamaha siano in forma perché c’è la bega Quartararo che ogni volta che sale in moto dà mezzo secondo a tutti e tu che hai la stessa moto non puoi fare brutta figura, quindi da un lato non lo vorresti, ma dall’altro ti stimola”.

“Io sapevo che Fabio era veloce, ma non pensavo così tanto. Lui arriva senza esperienza e quindi non pensa quello che fa, ma sicuramente ha anche un grande talento. Finalmente ai test abbiamo delle cose vere da provare, come se la Yamaha finalmente si sta impegnando. L’anno prossimo vedremo se avrò la forza ancora per continuare. Leclerc è un fenomeno, è un pilota vero”.

Antonio Russo