Robert Kubica (©Getty Images)

F1 | Robert Kubica fuori dalla Formula 1 nel 2020? Ecco dove correrà

Nelle scorse settimane aveva dichiarato di essere troppo vecchio per aspettare fino a dicembre prima di scoprire il proprio futuro, ecco perché Robert Kubica avrebbe deciso di dare lui subito la parola finale alla Williams. E secondo indiscrezioni serpeggiate nel paddock di Monza, il polacco avrebbe optato per salutare la compagnia e cambiare serie.

Poco motivato a restare in F1 viste le difficoltà finanziare del team di Grove, unica squadra interessata a schierarlo, che sarebbero di grave impedimento per la progettazione di una vettura competitiva, il 34enne avrebbe preferito rinunciare ad un impegno a lungo termine nella categoria che lo ha lanciato e ripreso dopo una lunga assenza partita nel 2011 a seguito del grave incidente subito nel corso del Rally Ronde di Andora.

In soldoni, il driver di Cracovia avrebbe messo gli occhi sul DTM, la serie turismo tedesca molto amata dagli appassionati di sport automobilistici per via delle sue gare combattute.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In realtà, un intoppo alle volontà del vincitore del GP del Canada 2008 potrebbe essere rappresentato dalla PKN Orlen, in suo sponsor personale, agganciato al termine del 2018 proprio per merito della sua promozione a titolare per la scuderia britannica. Se così fosse, a quel punto Kubica potrebbe trovarsi costretto ad accettare di nuovo il posto da pilota di riserva,

I favoriti alla sostituzione – Non è un mistero per nessuno. Il nome più gettonato per occupare il sedile potenzialmente lasciato libero da Robert sarebbe Nicholas Latifi, attuale tester dell’equipe fondata da Frank Williams e attivo in F2, in quanto dotato di una valigia non indifferente essendo figlio del miliardario canadese Michael Latifi.

Per quanto concerne invece il 2020 di George Russell, l’inglesino sarebbe già sotto contratto. Autore finora di una discreta stagione, seppur un assoluto debuttante si è quasi sempre dimostrato più veloce del compagno.

Chiara Rainis