(Image by Motor1)

Quando Hyundai ha mostrato il suo nuovo concept elettrico in agosto, abbiamo avuto la sensazione che potesse essere qualcosa di molto speciale.

A quanto pare, le nostre ipotesi erano corrette, dato che il nuovo concept 45 del marchio è un prototipo piuttosto interessante e di bell’aspetto. Non solo questo, ma anche un ruolo molto importante per l’azienda, con un’anteprima della futura direzione di progettazione dei suoi EV di produzione. Ma ci arriveremo più tardi.

Il nome un po’ strano del concept ha in realtà una spiegazione piuttosto semplice – lo studio dà uno sguardo al passato di Hyundai, dove esattamente 45 anni fa ha presentato il Pony Coupe Concept. Il collegamento tra i due è probabilmente più visibile nella parte anteriore, dove il 45 concept reinterpreta la caratteristica griglia del radiatore del suo predecessore con quello che Hyundai descrive come “kinetic cube lamp” design.

(Image by Motor1)

Il nome 45 sta anche per un’altra cosa: gli angoli di 45 gradi nella parte anteriore e posteriore, che formano “una silhouette a forma di diamante che prefigura ulteriormente la direzione del design dei futuri modelli EV“. Il produttore sudcoreano dice anche che “il carattere iconico” dello studio è definito dalla sua “carrozzeria monoscocca, dal design aerodinamico e leggero ispirato ai velivoli degli anni Venti.

Come accennato in precedenza, con il nuovo concept, Hyundai anticipa il design dei suoi futuri modelli elettrici di produzione e mette in evidenza anche i futuri sviluppi tecnologici che “possono influenzare” i veicoli di prossima produzione.

(Image by Motor1)

Mentre l’esterno è minimalista e in stile retrò, l’abitacolo è un mondo completamente diverso. L’interno incarna la strategia Style Set Free di Hyundai, che consente la personalizzazione e si dice che si ispiri al mondo del design del mobile. Il sistema di infotainment è dotato di un’interfaccia a sbarramento, che sostituisce il display touchscreen centrale con un numero di display più piccoli integrati nel cruscotto.