SuperEnalotto
Jackpot Superenalotto, mai vista una cifra così – FOTO: web 

Vinto a Lodi, ad agosto, il sei da record del SuperEnalotto: ma il premio da 209 milioni di euro non è ancora stato ritirato

Il 13 agosto, a Lodi, è avvenuta la vincita più alta di sempre al SuperEnalotto. Un sei da ben 209 milioni di euro, vinto con una semplice schedina da 2 euro. Eppure, il misterioso vincitore non ha ancora incassato la sua vincita, né avviato le pratiche per la riscossione. Al bar tabacchi Marino, dove è stata giocata la schedina, le titolari Marisa Caserini e Sara Poggi, madre e figlia, ribadiscono di non avere idea chi sia il fortunato. Che ha comunque tempo fino al 14 novembre per reclamare e incassare il montepremi. Oltre quella data, la cifra finirebbe nelle casse dell’Erario. La procedura, per cifre di tali portata, impone che la vincita venga riscossa soltanto all’ufficio Sisal di Roma (viale Sacco e Vanzetti 89) e quello di Milano (via Tocqueville 13), aperti solo al mattino dalle 9 alle 13. Il premio può essere ritirato solo dal vincitore o da un notaio incaricato, presentando la schedina vincente. La Sisal ha poi 31 giorni di tempo per versare il premio, che al netto del 12% di tassazione sarà pari a 184 milioni.