Il Ministero ritira farina dagli scaffali: ecco cosa potrebbe esserci al suo interno

0
487
Farina di Ceci
La Farina di Ceci senza glutine Molino Zanone (foto dal web)

Il Ministero della Salute, con una nota sul proprio sito, ha reso noto il ritiro di due lotti di Farina di ceci senza glutine per possibile presenza di infestanti al suo interno.

Un nuovo avviso in merito al ritiro di prodotti alimentari è stato pubblicato questa mattina, mercoledì 11 settembre, sul sito del Ministero della Salute. Oggetto del richiamo dagli scaffali dei supermercati sono stati due lotti di farina di ceci che sarebbero stata ritirata per rischio microbiologico. Nello specifico, il Ministero della Salute ha ritirato alcune confezioni di Farina di Ceci senza glutine prodotta dall’azienda “Molino Zanone S.r.l.” nello stabilimento di via provinciale Ceva a Lisio, in provincia di Cuneo, e vendute a marchio “ZA Molino Zanone“. All’interno dei lotti in questione potrebbero essere presenti infestanti.

Ritirata Farina di ceci senza glutine: possibile presenza di infestanti

Stamane, mercoledì 11 settembre, è apparso un nuovo avviso sulla sezione “Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori” all’interno del sito del Ministero della Salute. Oggetto del ritiro sono stati due lotti di farina di ceci senza glutine richiamati per un rischio microbiologico per i consumatori. Nello specifico, si legge dalla nota del Ministero, sono stati richiamati i lotti numero FI00172.19A e FI00172.19B di Farina di Ceci senza glutine venduta in confezioni da 400 grammi e prodotta dalla ditta “Molino Zanone S.r.l.” all’interno dello stabilimento di via provinciale Ceva a Lisio (Cuneo) in commercio a marchio “ZA Molino Zanone”. I due lotti, con data di scadenza fissata al 21 giugno 2020, sono stati richiamati per la possibile presenza di infestanti all’interno del prodotto. Nella nota, il Ministero ha raccomandato ai rivenditori di esporre un cartello nei negozi per informare il cliente. I consumatori che hanno già acquistato il prodotto sono esortati a riportarlo presso il punto vendita, dove sarà la stessa azienda produttrice, la ditta Molino Zanone, a ritirarlo. Gli infestanti possono generare una serie di contaminazioni alimentari provocate da organismi come batteri, virus e protozoi, i quali possono danneggiare il prodotto ed essere nocivi per la salute dei consumatori.

Leggi anche —> Folle corsa in auto, giovane riprende schianto con il cellulare: le urla prima dell’impatto – VIDEO