Sebastian Vettel nei box di Monza (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel nei box di Monza (Foto Ferrari)

F1 | “Non date per spacciato Sebastian Vettel”. Parola della Mercedes

Nel momento più difficile della sua carriera, un Sebastian Vettel in crisi scopre il sostenitore più improbabile di tutti: il team principal della Mercedes, Toto Wolff. Proprio il boss rivale si è espresso in difesa del campione tedesco, finito al centro delle critiche dopo gli ennesimi errori commessi nel corso del Gran Premio d’Italia, affermando di attendersi un suo pronto riscatto.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Dico solo di non sottovalutarlo, perché è un quattro volte campione del mondo, e la differenza tra i bravi e i grandi è che i grandi riescono a rialzarsi”, ha commentato Wolff. “Non ho dubbi che lui sia in grado di farlo. Ha vissuto una striscia di gare negative, ma ora a fare la differenza sarà la sua capacità di tornare al livello che merita. Oggi è stata solo una brutta giornata per lui”.

Il sostegno di Ross Brawn a Vettel

Dello stesso parere è anche Ross Brawn, ex direttore tecnico di Ferrari e Mercedes e oggi dell’intera Formula 1, che ha paragonato l’attuale situazione di Vettel a quella che lo stesso quattro volte iridato si ritrovò ad affrontare nel suo ultimo anno in Red Bull, il 2014, quando a mettere in dubbio il suo ruolo di caposquadra fu allora il nuovo arrivato Daniel Ricciardo.

“In qualifica si è sentito tradito dal suo compagno di squadra e non si è potuto giocare la pole”, ha analizzato Brawn. “Quello che è successo in gara è stato solo colpa sua: Sebastian ha commesso due errori al settimo giro, prima girandosi e poi colpendo Stroll. E questi errori hanno assunto un aspetto ancora peggiore alla luce della doppia vittoria di Leclerc a Spa e Monza”.

Prosegue l’ingegnere britannico: “È un fatto inevitabile che, anche per i piloti più grandi, il primo rivale sia sempre il compagno di squadra. Sotto un certo aspetto Sebastian sta rivivendo quello che visse già alla Red Bull durante il suo ultimo anno, quando si ritrovò contro Daniel Ricciardo, un giovane che andava fortissimo. Vettel è chiaramente uno dei grandi del nostro sport, altrimenti non avrebbe vinto quattro titoli, ma in questo momento duro ha davvero bisogno del sostegno del team per ritrovare la fiducia in se stesso che sembra aver perso al momento”.