Audi AI:TRAIL: superfici vetrate e illuminazione con droni

Al Salone di Francoforte Audi presenterà un prototipo avveniristico di veicolo fuoristrada a trazione elettrica. Audi AI:TRAIL quattro coniuga eccellenti performance off-road e guida autonoma di Livello 4.

L’abitacolo, caratterizzato da superfici vetrate eccezionalmente estese, può contare su di una visibilità impareggiabile in grado di offrire un’esperienza immersiva nell’ambiente circostante. Audi AI:TRAIL quattro completa la gamma delle concept a trazione elettrica dei quattro anelli. Una famiglia nata nel 2017 con Audi Aicon, seguita dalla PB18 e-tron, ribattezzata AI:RACE, fino alla Audi AI:ME, city car a guida autonoma dedicata alle megalopoli.

Con AI:TRAIL quattro, Audi estende lo spettro d’utilizzo della propria gamma di concept al mondo off-road. L’auto è dotata di quattro motori elettrici, di molteplici sistemi di guida assistita e automatizzata oltre che della trazione integrale quattro. Colori, allestimenti e dotazioni tecniche potranno essere opzionati online mediante app oppure in base ai dati del conducente memorizzati nel sistema myAudi. Sin dal primo accesso all’abitacolo, il Cliente troverà così ad attenderlo la temperatura preferita, la corretta regolazione dei sedili e la libreria musicale personale.

Audi AI:TRAIL quattro è lunga 4,15 metri, larga 2,15 metri e alta 1,67 metri, dotata di cerchi da 22 pollici e l’altezza minima da terra di 34 cm. I designer tedeschi hanno voluto regalare agli occupanti dell’abitacolo un inedito contatto visivo con l’ambiente circostante, eliminando la separazione tra veicolo e mondo esterno. Durante la marcia, lo sguardo non si concentra esclusivamente sul percorso, bensì è libero di spaziare. Persino il single frame è vetrato, così che i passeggeri beneficino di una visuale ottimale sulla carreggiata.

Tecnologie, illuminazione con droni e autonomia

Sensazionale anche l’adattamento delle gomme ai tipi di percorsi, avvalendosi della regolazione adattiva del gonfiaggio. Appositi sensori ottici, in sinergia con il controllo elettronico della stabilità (ESC), rilevano le condizioni del fondo stradale e regolano automaticamente la pressione delle coperture. Su di un fondo sabbioso, ad esempio, la riduzione del gonfiaggio favorisce la trazione, mentre su strada l’aumento della pressione favorisce la stabilità.

Altri elementi futuristici degni di nota sono i cinque droni triangolari, privi di rotore e azionati elettricamente, sostituiscono i convenzionali fari abbaglianti e anabbaglianti. Corredati di punti luce a LED Matrix, sono in grado di volare dinanzi alla vettura illuminando il percorso e sostituendosi ai classici fari. Le telecamere a bordo possono produrre immagini video trasmesse mediante wi-fi sul display di fronte al conducente. Quando AI:TRAIL quattro è ferma, dalla posizione sul tetto i droni possono illuminare i dintorni, ad esempio per un picnic accanto alla vettura. Se invece i passeggeri preferiscono restare all’interno del veicolo, questi droni attivabili con smartphone possono illuminare l’abitacolo attraverso il tetto panoramico.

Guida autonoma su strada e assistenza alla guida fuoristrada sono gli elementi caratterizzanti lo spirito off-road di questo concept. Audi AI:TRAIL quattro, nello specifico, è progettata per la guida autonoma di Livello 4. Il Livello 4 è il secondo step più elevato nella scala internazionale d’automazione. I sistemi di questa categoria non necessitano di alcuna assistenza da parte del conducente. Tuttavia, il ricorso al Livello 4 è limitato a determinate aree, ad esempio autostrade o zone urbane con infrastrutture idonee. In ogni caso, i sistemi di assistenza alla guida non abbandonano il conducente di AI:TRAIL quattro nemmeno lungo i percorsi fuoristrada.

Audi AI:TRAIL quattro non è stata concepita per ottenere accelerazioni brucianti o velocità mozzafiato. La concept dei quattro anelli nasce piuttosto per l’utilizzo in aree prive d’infrastrutture di ricarica. L’autonomia dell’auto diviene pertanto un parametro fondamentale, al punto che AI:TRAIL quattro può percorrere sino a 500 chilometri a ogni ricarica – secondo lo standard WLTP – su strada o in presenza di facili sterrati. Nel fuoristrada più impegnato, dove le perdite d’aderenza sono frequenti, la batteria agli ioni di litio consente comunque di percorrere oltre 250 km. La velocità massima di AI:TRAIL quattro è autolimitata a 130 km/h.