Omicidio Elisa Pomarelli: una telecamera ha ripreso il delitto

0
551
La coppia di Piacenza scomparsa il 25 agosto: Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani

Una telecamera di sorveglianza avrebbe ripreso il momento della lite, culminata poi in tragedia tra Elisa  Pomarelli e Massimo Sebastiani: il video mostrerebbe nitidamente anche il momento in cui l’operaio carica sulla propria auto il corpo privo di vita della 28enne.

Una telecamera di sorveglianza, installata all’esterno di un’azienda sita a pochi passi dalla fattoria di Massimo Sebastiani, dove si sarebbe consumato il delitto della giovane Elisa Pomarelli, avrebbe ripreso alcune delle tragiche fasi dell’atroce crimine. Nelle immagini, dapprima, si vede la coppia di amici litigare furiosamente e successivamente il momento in cui l’operaio 45enne carica sul proprio veicolo il corpo privo di vita della giovane.

Una fuga quella di Massimo Sebastiani, dopo il delitto da lui stesso confessato, durata 13 giorni e terminata con il suo arresto. L’uomo, definito da tutti in paese come  incapace di poter far del male a qualcuno, avrebbe riferito di aver ucciso la giovane perché lo aveva rifiutato: l’operaio nutriva una vera e propria ossessione per la 28enne e di ciò ne erano a conoscenza in molti. Sebastiani era perfino arrivato a raccontare che la Pomarelli era la sua fidanzata, con grande disappunto da parte di quest’ultima che spesso gli aveva detto di desistere dal raccontare tale falsità.

Omicidio Elisa Pomarelli: il video di una telecamera di sorveglianza riprende alcune fasi del delitto

Una telecamera di sorveglianza installata all’esterno di un’azienda sita a pochi passi dalla fattoria di Massimo Sebastiani, avrebbe ripreso alcune delle tragiche fasi del delitto della giovane Elisa Pomarelli: a riportare la notizia è il quotidiano La Provincia Pavese. Nelle prime immagini, poco nitide, si vedrebbe Massimo Sebastiani litigare furiosamente con l’amica nei presi del pollaio costruito vicino alla propria abitazione, poi un vuoto in cui i due sfuggono alle riprese. Le successive immagini, invece, sono drammatiche: il quotidiano La Provincia Pavese riferisce che da queste si vedrebbe nitidamente l’operaio 45enne caricare nel bagagliaio della propria auto, una Honda Civic di colore grigio, il corpo privo della 28enne. Di lì la fuga, durata ben 13 giorni e terminata con l’arresto dell’uomo e la sua confessione.

Leggi anche —> Omicidio Elisa Pomarelli: oltre Sebastiani arrestato anche un altro uomo