Carlo Lissi e la moglie Maria Cristina Omes
Carlo Lissi e la moglie Maria Cristina Omes (foto dal web) 

Carlo Lissi ha sgozzato, qualche anno fa, moglie e figli: ecco la decisione dell’uomo, oggi in carcere

Nel 2014, fece molto scalpore il caso di Carlo Lissi, che aveva sgozzato sua moglie, Maria Cristina Omes, e i due figli, Giulia di 5 anni e Gabriele di 20 mesi. L’uomo di Motta Visconti tentò di crearsi un alibi andando a vedere una partita con gli amici. Una strage tra le più cruente che si ricordino, aggravata dai futili motivi: voleva liberarsi della famiglia ed essere libero di vivere la sua vita, si era infatti innamorato di una collega. Carlo aveva poi rinunciato all’appello nel 2017, ritenendo giusta la sua condanna all’ergastolo avvenuta nel processo di primo grado. Oggi, l’uomo, oggi 36enne, in carcere a Pavia, si sta laureando in Filosofia. Avrebbe sempre voluto laurearsi e oggi studia per raggiungere il suo obiettivo. I racconti lo descrivono circondato dai libri e assorbito dagli studi. Ma è difficile dimenticare l’atroce gesto di cui si è reso protagonista.