Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto crede nel ribaltone sulla Mercedes: “Tante novità in arrivo”

Alla fine dell’entusiasmante weekend di Monza che ha visto il nuovo che avanza Charles Leclerc trionfare dalla pole position e il navigato Sebastian Vettel affondare, il boss della Ferrari non ha saputo tenere nascoste la propria contentezza ed emozione per un investimento per il futuro che si potrebbe davvero rivelare quello vincente.

Come nella pit lane tinta di rosso, dove era tutto uno scambiarsi di strette di mano e pacche sulle spalle compreso il nuovo direttore tecnico Laurent Mekies, visibilmente euforico, anche ad un’ora dal successo Mattia Binotto sembrava tra il rasserenato e il sollevato.

Nella qualifica di sabato si è verificata una situazione strana, ma in corsa è stato tutto diverso“, ha dichiarato ai media presenti in un paddock ormai quasi smantellato. “Ci siamo difesi bene sul finale e come promesso non ci siamo lasciati intimorire dagli avversari”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Per quanto riguarda la strategia adottata l’abbiamo pianificata bene”, ha proseguito nell’analisi dei 53 giri sul circuito brianzolo. “La scelta migliore è stata quella di montare le gomme dure quando gli altri avevano le medie. Sapevamo che nei primi giri ci saremmo dovuti cautelare, e le coperture hard ci hanno consentito di riprendere fiato“.

Visto che l’appetito vien mangiando l’ingegnere promosso alle redini della scuderia ha detto lanciando il guanto di sfida alle Frecce d’Argento: “Oltre ad aver aggiornato il motore, abbiamo rafforzato l’unità e questo ci ha permesso di guadagnare in velocità. Tuttavia il propulsore da solo conta relativamente. Abbiamo già effettuato degli interventi a livello di aerodinamica e resta ancora da fare da qui ai prossimi appuntamenti“.

Nonostante l’ottimismo, anche giusto, di Maranello, nella classifica generale le Mercedes, viaggia in vetta solitaria con 505 punti, mentre i rossi sono secondi a 351. Un gap importante che solo un miracolo o un disastro da parte dei tedeschi potrà essere recuperato da qui ad Abu Dhabi.

Chiara Rainis