Aereo precipita in un campo: “Ho visto fiamme e fumo alzarsi in cielo”

0
235
Aereo leggero
(foto dal web)

Un ultraleggero con a bordo due fratelli è precipitato ieri in provincia di Venezia. Nell’impatto uno dei due fratelli ha perso la vita, mentre l’altro è rimasto gravemente ferito.

Tragico incidente a Bevazzana, frazione del comune di San Michele al Tagliamento, in provincia di Venezia, dove un ultraleggero è precipitato in un campo di mais poco dopo il decollo. Sul piccolo velivolo viaggiavano due fratelli Gianluigi e Massimo Zanetti, rispettivamente di 60 e 56 anni. Nel terribile impatto Gianluigi è morto carbonizzato, mentre Massimo, che si trovava alla guida del velivolo, è rimasto gravemente ferito. Su quanto accaduto stanno indagando gli inquirenti per risalire alle cause che hanno fatto perdere quota e precipitare l’ultraleggero.

Ultraleggero con a bordo due fratelli si schianta al suolo: muore 60enne di Porcia

Un piccolo ultraleggero è precipitato poco dopo il decollo e si è schiantato in un campo di mais nel primo pomeriggio di ieri, sabato 7 settembre, a Bevazzana, frazione del comune di San Michele al Tagliamento, in provincia di Venezia. Nel tragico impatto, come riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Gazzettino, un 60enne di Porcia (Pordenone) Gianluigi Zanetti ha perso la vita, mentre il fratello Massimo che si trovava alla guida del Canard è rimasto gravemente ferito. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi del 118, allertati da un turista tedesco che avrebbe assistito alla scena, che non hanno potuto far nulla per il 60enne ritrovato carbonizzato. Il fratello della vittima è stato trasportato d’urgenza presso l’ospedale Dell’Angelo di Mestre, dove ora si trova ricoverato in condizioni molto gravi. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco ed i carabinieri che adesso si stanno occupando di risalire alle cause che hanno fatto precipitare il velivolo. Inoltre gli inquirenti, come riporta Il Gazzettino, stanno cercando di capire se l’ultraleggero abbia preso fuoco prima o dopo lo schianto. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori quella di un errore di manovra da parte del pilota e quella di un guasto. Il turista che ha allertata i soccorsi avrebbe dichiarato: “Ho visto fiamme e fumo alzarsi in cielo”.

Leggi anche —> Torturano la figlia 17enne ed il suo fidanzato: arrestata coppia di genitori