Una bella sorpresa per Hamilton (e brutta per la Ferrari) dalle prove libere

0
731
Lewis Hamilton esce dai box di Monza sulla sua Mercedes per le prove libere del Gran Premio d'Italia 2019 di F1 (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton esce dai box di Monza sulla sua Mercedes per le prove libere del Gran Premio d’Italia 2019 di F1 (Foto Steve Etherington/Mercedes)

F1 | Una bella sorpresa per Hamilton (e brutta per la Ferrari) dalle prove libere

È il primo ad essere rimasto favorevolmente sorpreso, Lewis Hamilton, per aver concluso la prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Italia a Monza al secondo posto, infilandosi in mezzo alle due Ferrari, e ad appena 68 millesimi dal leader Charles Leclerc. Le previsioni della vigilia, infatti, per lui erano nettamente più fosche.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il campione del mondo in carica si aspettava che la sua Mercedes dovesse soffrire, sui lunghi rettilinei dell’Autodromo brianzolo, ancora di più di quanto è avvenuto la scorsa settimana su un altro circuito superveloce come quello di Spa-Francorchamps, dove la rivale di Maranello ha ottenuto la sua prima vittoria dell’anno. Invece, il venerdì, disputato quasi interamente su pista umida, ha messo in mostra una Freccia d’Argento in gran forma, specialmente nelle simulazioni della corsa di domenica.

Hamilton rilancia la sfida per le qualifiche

“Le prove libere sono state un po’ una sfida oggi, per colpa del meteo, e quando piove è un esercizio senza senso, perché a fronte di un rischio elevato non c’è una vera ricompensa”, ha spiegato Hamilton. “Non si impara granché. Per questo, in mattinata, non abbiamo provato molto, ma nella seconda sessione, quando l’asfalto si è andato asciugando, ovviamente è stato molto meglio per tutti. La situazione non è molto diversa rispetto a quella a cui abbiamo assistito all’ultimo weekend: la Ferrari va molto forte sul dritto, noi sul passo gara”.

Leggi anche —> Ferrari con il dubbio delle scie: deve favorire un pilota (e sfavorire l’altro)?

Ma il distacco così ridotto accusato sul giro secco potrebbe rimettere a sorpresa in lizza la Mercedes anche per la pole position nelle qualifiche di oggi: “Forse in realtà siamo un po’ più vicini sul giro, sembra che potremo lottare”, ammette Hamilton. “È sicuramente sorprendente, non sapevo cosa aspettarmi questo weekend. Ero convinto che loro sarebbero andati veloci in rettilineo, e in effetti è così, ma ci sono anche abbastanza curve che ci permettono di recuperare. In realtà in curva loro non vanno così forte, perciò il confronto è più equilibrato. Sono ancora sicuro che sarà una corsa molto dura, ma siamo su un livello simile e questo è positivo”. Non così tanto per la padrona di casa Ferrari