Uragano Dorian
L’uragano Dorian visto dal satellite(Getty Images)

Gli esperti, analizzando le mappe dell’uragano Dorian che sta flagellando le Bahamas, temono che la tempesta possa arrivare sulle coste europee.

L’uragano Dorian, la tempesta che si è abbattuta sulle Bahamas, ha già provocato 30 morti, un bilancio delle vittime ufficiale diffuso dalle autorità che temono possa essere anche più alto, considerato le diverse persone disperse. La tempesta, risalita a categoria 3, ha provocato ingenti danni con piogge torrenziali e venti molto forti che hanno distrutto case, strutture pubbliche e strade. L’uragano, che ha causato problemi e danni anche sulla costa orientale degli Stati Uniti verso la quale sta proseguendo il suo percorso, secondo alcuni esperti potrebbe anche arrivare in Europa dopo essersi unito ad una tempesta tropicale appena formatasi.

L’uragano Dorian potrebbe fondersi con una tempesta tropicale e giungere in Europa

L’uragano Dorian potrebbe spingersi anche verso le coste europee, questo è quello che temono gli esperti analizzando le mappe della tempesta che sta mettendo in ginocchio da giorni l’arcipelago delle Bahamas.  L’uragano è tornato a categoria 3 nella scala SaffirSimpson, la scala che classifica gli uragani in base alla loro forza con un picco di livello 5, dopo essere sceso da 5 a 2. Le autorità delle isole dell’oceano Atlantico hanno diramato il bilancio delle vittime che sino ad ora è di 30 persone, ma si teme che questo possa essere molto più alto considerato l’elevato numero dei dispersi. Come riportato dalla redazione del quotidiano britannico Daily Express, l’uragano dopo aver toccato le coste statunitensi dove si sta dirigendo proprio in queste ore potrebbe cambiare rotta per arrivare in Europa. Dorian, come riporta il Daily Express, potrebbe unirsi con la tempesta tropicale Gabrielle appena formatasi e fondersi in un ciclone a bassa pressione largo 1.500 miglia che farà rotta verso il Nord Est giungendo sino alle coste del Regno Unito ad una velocità di 100 km / h. La tempesta dovrebbe arrivare sulle coste britanniche intorno a martedì 10 e mercoledì 11 settembre portando con sé intense piogge e venti forti. Il portavoce del Met Office, il servizio meteorologico nazionale del Regno Unito, OIi Claydon ha spiegato in merito: “In realtà sarà Gabrielle a portare il clima instabile nel Regno Unito la prossima settimana. Questa tempesta -riporta il Daily Expressè ancora in fase di sviluppo iniziale e al momento sembra che si avvolgerà in una sorta di sistema a bassa pressione. Prevediamo inoltre che i resti dell’uragano Dorian si avvolgeranno nello stesso sistema e, sebbene ciò influirà sul tempo nel Regno Unito, è ancora presto per dire esattamente quale impatto avrà. L’effetto più probabile è che avremo un tempo instabile intorno a martedì o mercoledì, e questo potrebbe giustificare la chiusura di avvisi in quel momento“.

Leggi anche —> L’uragano si avvicina alle coste: “È mortale, pregate per noi”