Cristina Donadio Scianel Gomorra
L’attrice Cristina Donadio (Getty Images)

Cristina Donadio, la celebre attrice che ha vestito i panni di Scianel nella serie Gomorra, ha raccontato della sua battaglia contro il cancro e di come, quando lo ha scoperto, ha deciso di mantenere tutti all’oscuro della vicenda.

Cristina Donadio, la celebre ed encomiabile attrice che ha vestito i panni di Scianel nella serie Gomorra, ha presentato in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di Venezia un progetto molto intimo in concorso nella sezione per Giovani Artisti Italiani (G.A.I.). Si tratta di un cortometraggio, chiamato “La Scelta” e diretto dal trentenne Giuseppe Alessio Nuzzo, già direttore del Social World Film Festival. Il breve film, su un unico piano sequenza, racconta dell’esperienza di vita dell’attrice 58enne dal momento in cui ha scoperto di avere il cancro. Cristina Donadio, in merito ha rilasciato un’intervista esclusiva al quotidiano Io Donna, in cui ha parlato della malattia, di quando l’ha scoperta e di come è riuscita a fronteggiarla.

Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra guerriera anche nella vita: la sua battaglia contro il cancro

Intervistata dal quotidiano Io Donna, la nota attrice napoletana Cristina Donadio ha svelato alcuni suoi intimi ricordi: da quando scoprì di avere il cancro a come decise di combatterlo. “Il cancro al seno, che io nel corso del tempo ho ribattezzato con molti nomi (‘la cosa’, ‘la disavventura’, ‘il cortocircuito’) è arrivato durante la seconda stagione di Gomorra ma quando l’ho scoperto – riferisce l’attrice quando le viene chiesto del momento in cui scoprì di avere il cancro– l’ho tenuto nascosto a tutti e mi sono andata ad operare nei quattro giorni di stop del set per poi tornare subito al lavoro dopo quella piccola convalescenza“. L’avrebbe fatto per un solo motivo, teneva troppo al personaggio di Scianel e non voleva che le venisse portata via: “Scianel mi ha salvato la vita perché per me era intoccabile e non volevo toglierle nulla. Andrebbe detto a chi vive con un malato di non cambiare il suo sguardo, ma purtroppo inconsciamente succede e io – riporta Io Donna- non volevo essere trattata in modo diverso, né che ad esempio la Comencini mi dicesse di non fumare. Scianel è un’accanita fumatrice e non poteva stare senza la sigaretta, quindi l’ho fatto anch’io. Anche Sollima mi avrebbe fatto qualche sconto in scena. Non potevo permettere che ne pagasse il prezzo il personaggio“. Su Scianel ha concluso dicendo che le manca moltissimo: “Al netto dell’orrore di cui si macchia, io un’amica come lei la vorrei“. L’intervista ha poi virato su altri argomenti. La forza di volontà e l’atteggiamento da guerriera della Donadio hanno ricordato quelli di Nadia Toffa, la giornalista delle Iene scomparsa a causa di un cancro a soli 40 anni. L’intervistatrice di Io Donna ha chiesto all’attrice napoletana se sia possibile vincere questa malattia con la forza di volontà. Cristina Donadio ha risposto in maniera netta: “Ogni essere umano affronta il dolore a modo suo e in questo tema ci si dovrebbe incamminare in punta di piedi perché c’è sempre qualcuno vicino a te che in quel momento sta vivendo a contatto con la malattia personalmente o conosce qualcuno che ci sta lottando. Nadiariporta Io Donna- è stata massacrata quando lo ha definito ‘dono’ quando sapeva che non sarebbe guarita perché non poteva vincere il tumore al cervello, ma il pubblico non ne era a conoscenza“.

L’attrice ha poi svelato altri particolari della sua vita privata: la nascita di suo figlio Chicco (all’anagrafe Antonio), la morte del suo secondo marito quando aveva solo 26 anni, e del rapporto con sua madre. Della donna, l’attrice riferisce che era “un po’ sbilenca, una madre-sorella, e ora una nonna ‘sbilenca’ di due nipoti di 20 e 17 anni (la più piccola l’hanno chiamata Cristina come me). Quando è nato Chicco chiedevo a mamma: ‘Posso andare a fargli il bagnetto? ’. E lei: ‘No, lo faccio io, pensa a studiare, concentrati perché sei al terzo anno di liceo’. Quando mio figlio è diventato padre ho chiesto pure a lui: ‘Posso fare il bagnetto a tuo figlio?’. Mi ha risposto: ‘No lo faccio io, pensa a recitare’. Ecco allora – dice Cristina Donadio- che mi sono sempre sentita in bilico tra due ruoli e quindi non vedo l’ora di diventare bisnonna per poter finalmente fare un bagnetto ad un bambino“.

Leggi anche —> Samara Challenge: l’altro lato dello scherzo lanciato sul web