Ritrovata morta in un giardino: il marito dorme abbracciato al cadavere

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Il cadavere di una donna 43enne è stato rinvenuto dai carabinieri nel giardino nei pressi di un locale a Nago Torbole (Trento). Fermato il marito che avrebbe riferito di aver passato la notte abbracciato alla vittima.

Una donna di 43 anni è stata ritrovata senza vita nei pressi di un locale a Nago Torbole, piccolo comune di circa 2mila abitanti nella provincia di Trento. Il cadavere della vittima, una donna 43enne di Rovereto, è stato rinvenuto dai carabinieri nel giardino vicino al locale Sesto Grado dopo la chiamata del marito. L’uomo, secondo quanto riportato dalla redazione de L’Adige, è stato fermato dai carabinieri ai quali avrebbe riferito di aver passato l’intera notte abbracciato al cadavere ed una volta accortosi di quanto accaduto di aver contattato i soccorsi. L’uomo è stato portato in caserma per essere sentito come persona informata sui fatti.

Leggi anche —> Don Luca Morini, verità sconcertanti sul suo conto: a processo parla l’escort

Trento, donna ritrovata morta all’interno di un locale: fermato dai carabinieri il marito

Tragedia nella provincia di Trento, dove stamane, giovedì 5 settembre, è stato ritrovato il corpo senza vita di una donna di 43 anni all’interno di un giardino del locale pubblico Sesto Grado di Nago Torbole. I carabinieri sono arrivati sul posto, dopo la chiamata del marito della donna che avrebbe detto di aver passato l’intera notte abbracciato al cadavere sul quale sono stati ritrovati segni di lesioni e tumefazioni. Come riportato dalla redazione de L’Adige, secondo una prima ricostruzione, la coppia avrebbe avuto un litigio furioso al quale non avrebbe assistito nessun testimone e stamane l’uomo avrebbe contattato i carabinieri che lo hanno fermato per trasferirlo alla stazione di Riva del Garda per interrogarlo come persona informata sui fatti. Sul posto sono intervenuti anche il pubblico ministero di turno, il medico legale di Verona e il nucleo per le indagini scientifiche dei militari dell’Arma. Gli inquirenti adesso dovranno ricostruire quanto accaduto all’interno del locale per accertare le cause del decesso della 43enne ed individuare eventuali responsabilità. Non è esclusa al momento la pista dell’omicidio.

Leggi anche —> Bambino di sei anni muore in modo atroce: indagano gli inquirenti