Festa Ferrari a Milano, una marea rossa di tifosi in piazza Duomo (FOTO)

0
219
Il team principal Mattia Binotto con i due piloti Charles Leclerc e Sebastian Vettel alla festa per i 90 anni della Ferrari in piazza Duomo a Milano (Foto Letizia Lombardi/Ferrari)
Il team principal Mattia Binotto con i due piloti Charles Leclerc e Sebastian Vettel alla festa per i 90 anni della Ferrari in piazza Duomo a Milano (Foto Letizia Lombardi/Ferrari)

F1 | Festa Ferrari a Milano, una marea rossa di tifosi in piazza Duomo (FOTO)

Sono stati oltre centomila i tifosi ferraristi accorsi a Milano, in una piazza Duomo tutta vestita di rosso in occasione dell’evento “90 anni di emozioni”, che festeggiava in un colpo solo il novantesimo anniversario del Gran Premio d’Italia (di cui nella stessa giornata è stata ufficializzata la permanenza nel calendario della Formula 1 fino al 2024) e il novantesimo compleanno della Scuderia.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sul palco sono state esposte alcune delle monoposto che hanno fatto la storia del Cavallino rampante in Formula 1: dalla 312 F1 di Chris Amon datata 1967, alla 312 B3/74 di Clay Regazzoni; dalla 126 CK di Gilles Villeneuve, che nel 1981 diventò la prima Rossa turbo a vincere un Gran Premio, fino alla più recente F2002 di Michael Schumacher e alla SF90 reduce dalla vittoria del Gran Premio del Belgio domenica scorsa.

Oltre alle macchine, non sono mancati gli uomini: dai capi della Ferrari del passato (Luca di Montezemolo, Cesare Fiorio, Jean Todt, Stefano Domenicali e Maurizio Arrivabene) ai piloti (Mario Andretti, Alain Prost, Jean Alesi, Gerhard Berger, René Arnoux, Eddie Irvine, Luca Badoer, Ivan Capelli, Giancarlo Fisichella, Kimi Raikkonen, Arturo Merzario, Antonio Giovinazzi e Felipe Massa), fino all’attuale team principal Mattia Binotto accompagnato dai due titolari Sebastian Vettel e Charles Leclerc e dagli allievi della Ferrari Driver Academy.

Delle stelle recenti della squadra modenese mancava dunque all’appello solo Fernando Alonso: assente giustificato, perché nei giorni scorsi impegnato in Polonia a provare la Toyota Hilux in vista della Dakar. Ma non è andato giù a molti appassionati spagnoli sui social network (e ai giornalisti iberici del quotidiano sportivo Marca) il fatto che gli anni di Nando non siano stati ricordati nemmeno sul video proiettato sul maxi schermo, che è passato direttamente dall’ultimo titolo mondiale vinto da Raikkonen nel 2007 all’epoca attuale: “Una dimenticanza assoluta”, l’ha definita il giornale.