Max Verstappen già penalizzato: Monza inizia malissimo per la Red Bull

0
5319
Max Verstappen nel box della Red Bull (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Max Verstappen nel box della Red Bull (Foto Mark Thompson/Getty Images)

F1 | Max Verstappen già penalizzato: Monza inizia malissimo per la Red Bull

Alla vigilia del Gran Premio d’Italia, arriva già la prima tegola sulla testa di Max Verstappen: dovrà prendere il via dal fondo della griglia di partenza. La penalità scatterà inevitabile poiché la Red Bull monterà sulla sua vettura la quarta diversa evoluzione del suo motore Honda, sforando così il limite di tre concessi per l’intera stagione dal regolamento della Formula 1.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Questa brutta notizia era peraltro ampiamente prevista, visto che lo stesso aggiornamento era già stato introdotto nello scorso weekend, in occasione del Gran Premio del Belgio, sulla vettura di Alexander Albon e sulla Toro Rosso di Daniil Kvyat. A Monza toccherà invece a Verstappen e anche a Pierre Gasly, come ha confermato il direttore tecnico della Honda, Toyoharu Tanabe: “Dal punto di vista del motore, la principale novità è che utilizzeremo la quarta specifica per la prima volta su tutte e quattro le macchine, mentre in Belgio l’hanno montato solo Albon e Kvyat”, ha spiegato. “Per la loro prima gara con questa versione, Gasly e Verstappen dovranno perciò scontare delle penalità e partire dal fondo dello schieramento, ma sono convinto che potranno comunque disputare delle belle gare domenica”.

Red Bull, aspettative scarse per Monza

L’introduzione di un quarto motore dopo solo tredici Gran Premi riflette l’approccio aggressivo allo sviluppo tecnico adottato in questa stagione dal costruttore giapponese, che ha profuso il massimo delle sue energie nel tentativo di colmare il divario dai rivali Ferrari e Mercedes. Nonostante questo impegno, come già si è visto domenica scorsa a Spa-Francorchamps, la Red Bull si aspetta di pagare pegno su un tracciato come quello di Monza, particolarmente esigente sul fronte della potenza del motore. “Le cose decisamente non miglioreranno”, ha previsto uno sconsolato Verstappen già a seguito della gara belga, ai microfoni del quotidiano Algemeen Dagblad.

Oltretutto, a peggiorare la situazione ci si sono messe pure le preoccupazioni sull’affidabilità, che avevano costretto le monoposto dei Bibitari a girare con i propulsori depotenziati nello scorso Gran Premio. Una situazione che però, giura Tanabe, non dovrebbe ripresentarsi anche in Italia: “A Spa abbiamo raccolto dei dati utili, di cui abbiamo fatto tesoro modificando la messa a punto e la calibrazione dei motori in previsione di questa gara”, ha promesso l’ingegnere nipponico. “Cercheremo di massimizzare il potenziale della quarta specifica e speriamo di ottenere un altro risultato positivo”.