I dati sui freni delle F1 a Monza per il Gran Premio d'Italia (Immagine Brembo)
I dati sui freni delle F1 a Monza per il Gran Premio d’Italia (Immagine Brembo)

F1 | Tempio della velocità: sì, ma a Monza soffrono anche i freni (VIDEO)

È conosciuto nel mondo soprattutto per i suoi rettilinei, che rendono il suo giro di pista il più veloce di tutto il calendario della Formula 1, con una media di 263 km/h raggiunti l’anno passato. Eppure, sul circuito di Monza, un elemento tecnico almeno altrettanto rilevante per le prestazioni sono i freni: se le monoposto, del resto, raggiungono velocità di punta così elevate, poi dovranno pure decelerare.

Lo fanno per sole sei volte al giro (l’11% complessivo dell’intera gara), ma in modo violentissimo, con una decelerazione media di 4,1 G sul giro. Questo rende l’Autodromo nazionale uno dei tracciati più impegnativi dell’anno per gli impianti frenanti, anche per via dello scarso carico aerodinamico utilizzato che non agevola certamente le staccate.

Leggi anche —> F1, GP Monza: Programma e orari TV Prove Libere, Qualifiche e Gara

Delle sei frenate totali nel corso del giro, tre sono particolarmente impegnative, ma la più dura in assoluto è quella che arriva subito dopo il traguardo: quella della Prima variante. In quel punto della pista le vetture raggiungono i 349 km/h di velocità massima e devono rallentare ad appena 87 km/h nel giro di 137 metri. Per riuscirci i piloti frenano per 2,74 secondi esercitando un carico di 196 kg sul pedale del freno ed affrontando una decelerazione di 5,6 g.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Scopriamo dunque l’impegno a cui sono sottoposti i sistemi frenanti delle macchine di Formula 1 all’autodromo di Monza, sede del Gran Premio d’Italia, quattordicesimo appuntamento del Mondiale 2019, grazie a questo video in animazione computerizzata 3D realizzato in base ai dati del fornitore Brembo.