Hamilton si accontenta a Spa, ma il mondiale è sempre più suo

0
106
Lewis Hamilton (©Getty Images)

F1 | Hamilton si accontenta a Spa, ma il mondiale è sempre più suo

E’ probabile che alla fine ne avesse per andare a prendere un Leclerc al comando ma in crisi di gomme, ed infatti appena smontato dall’abitacolo della sua W10 Lewis Hamilton lo ha riconosciuto. Con un paio di giri in più l’aggancio con la Ferrari #16 sarebbe senz’altro avvenuto, tuttavia in una domenica dal sapore strano e amaro come quella vissuta a Spa, anche per l’inglese è andata bene così, visto poi che in classifica generale è sempre più leader con 268 punti contro i 203 di Valtteri Bottas.

Le Rosse si sono dimostrare più veloci del previsto e Charles segnava tempi incredibili, però, fossi partito dalla seconda posizione, nelle tornate conclusive la corsa si sarebbe certamente infiammata“, le parole del 5 volte iridato di F1. “Dopo il cambio gomme sono rientrato con nove secondi di ritardo e da lì è stata dura recuperare. Aver dunque chiuso appena nove decimi dietro mi fa essere soddisfatto“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Come per tutti, anche per Ham non è stato facile riprendere il volante dopo la tragica scomparsa del 22enne Anthoine Hubert, avvenuta nel corso della prima gara della F2.

Ho cercato di non pensare all’incidente e di affrontare la corsa animato dal suo spirito“, ha rivelato l’inglese che, sabato pomeriggio spaventato dalle immagini in diretta del terrificante botto aveva abbandonato l’intervista che stava facendo. “E’ difficile credere di aver perso così un giovane pilota di talento, ma il mondo va avanti e abbiamo dovuto disputare il GP. Personalmente ho gareggiato con lui e la sua famiglia nella mente. Come detto, nel complesso è andata bene. In un weekend tanto altalenate in termini di performance aver tagliato il traguardo con un risultato positivo in mano fa piacere“, ha infine chiosato il britannico secondo alla bandiera a scacchi.

Chiara Rainis