Tonno
Tonno in scatola (foto dal web)

Le autorità sanitarie spagnole hanno disposto il ritiro di oltre 3mila lattine di tonno per la presenza di botulino. Adesso si temono esportazioni in tutta Europa.

Allarme botulino in Europa dopo il ritiro di oltre 3mila lattine di tonno. Nello specifico lo scorso 10 agosto sarebbero state richiamate dagli scaffali dei supermercati DIA circa 3420 lattine di tonno da 900 grammi in quanto ritenute dalle autorità sanitarie come contaminate dalla tossina del botulino. Tale tossina sarebbe stata ritrovata anche all’interno dell’azienda spagnola interessata dal ritiro, la Frinsa del Noroeste, società che si occupa della produzione e della vendita di prodotti alimentari in scatola. Le autorità dopo i richiami temono esportazioni in tutta Europa.

Spagna, richiamate oltre 3mila scatole di tonno per la presenza di botulino

È scattata l’allerta in tutta Europa dopo il richiamo dal mercato di migliaia di scatolette di tonno contaminate con la tossina del botulino, batterio che provoca il botulismo, una malattia paralizzante che può portare anche alla morte. Il ritiro, come riporta la redazione de Il Messaggero, ha interessato la catena di supermercati DIA (Distribuidora Internacional de Alimentaciòn) dove lo scorso 10 agosto sono state richiamate circa 3420 lattine di tonno. Nello specifico, l’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare e Nutrizione, ha ritirato dagli scaffali il tonno in scatola in olio di semi di girasole da 900 grammi prodotto dalla ditta galiziana Frinsa del Noroeste con lotto 19/154 023 02587, con data di scadenza indicata al 31 dicembre 2022. Dopo le accurate analisi, come riportato da Il Messaggero, la presenza della tossina è stata riscontrata anche all’interno della società produttrice del prodotto, dopo un test su una latta di prodotto inscatolato. Il prodotto era distribuito in diverse località spagnole tra cui Aragòn, Murcia, Navarra, Valencia e Castilla y Leòn dove sarebbe già stato richiamato, ma le autorità spagnole temono esportazioni. Per tali ragioni, come riporta Il Messaggero, la catena DIA ha chiesto la restituzione del prodotto ai clienti che lo avessero già acquistato ed ha istituito un numero telefonico attivo 24 ore su 24: 912170453. L’allarme, partito dalla Spagna attraverso il RASFF (Sistema rapido di allerta europeo alimenti), era scattato dopo che quattro persone erano rimaste intossicate in seguito al consumo di un’insalata fatta in casa utilizzando come ingrediente anche il tonno in questione.

Leggi anche —> Rischio salmonella, ritirato dai supermercati dello zenzero in polvere