MotoGP, un altro pilota pensa al ritiro dalle corse

0
13846
Le due Aprilia di Andrea Iannone e Aleix Espargaro nel Gran Premio di Gran Bretagna di MotoGP a Silverstone (Foto Aprilia)
Le due Aprilia di Andrea Iannone e Aleix Espargaro nel Gran Premio di Gran Bretagna di MotoGP a Silverstone (Foto Aprilia)

MotoGP, un altro pilota pensa al ritiro dalle corse

Aprilia si sta concentrando sulla stagione 2020 nello sviluppo del prototipo RS-GP che dovrebbe debuttare nei test di fine campionato a Valencia. Aleix Espargarò da tempo lamenta una certa insoddisfazione, spera in progressi, ma allo stesso tempo lascia intendere che potrebbe cambiare aria o persino pensare di appendere il casco al chiodo alla fine del prossimo Mondiale, a naturale scadenza di contratto.

Lo spagnolo è stato chiaro all’indomani della gara di Silverstone, quando il motore è andato in tilt a pochi giri dal traguardo, il secondo in pochi giorni. “Non sono sicuro al 100% che continuerò a guidare, non puoi mai esserne sicuro “, osserva Espargarò a Motorsport-Total.com. “Ho una famiglia fantastica con cui voglio passare del tempo.”

Quest’anno Aleix si è visto persino sorpassare in classifica (e in pista) dal fratello Pol in sella alla KTM. Uno schiaffo morale che relega Aprilia a fanalino di coda tra i sei costruttori. “Se succede qualcosa in MotoGP che mi rende competitivo e gioca un ruolo importante, allora sono sicuro che continuerò, perché lo adoro, sto aspettando di vedere cosa accadrà. Il 2020 è un anno molto importante per Aprilia. Dobbiamo reagire, aspettiamo la nuova moto e poi vedremo”.

Fra pochi mesi, ma qualcosa già brulica nel paddock, si darà il via ad un mercato piloti incandescente e Aleix Espargarò potrebbe cambiare livrea. “Va da sé che abbiamo bisogno di una rivoluzione, ma in quale direzione, cosa dovremmo cambiare?”. Il test di Misano non ha dato le risposte dovute, ma da qui al prossimo inverno i tecnici Aprilia possono fare ancora tanto per fargli cambiare idea.