Mario Biondo, rivelazioni choc: emergono i punti oscuri del caso

0
536
Mario Biondo
Mario Biondo (foto dal web)

Mario Biondo, rivelazioni choc: emergono i punti oscuri del caso

Continuano ad emergere nuovi elementi che potrebbero far luce sulla drammatica morte di Mario Biondo, il cameraman 30enne trovato impiccato nella sua casa a Madrid il 30 maggio del 2013. Dopo tutti questi anni si continua a parlare della sua orribile scomparsa, cercando di capirci qualcosa in più su un giallo che non è mai stato risolto pienamente. In primis, un’altra anomalia nella relazione del medico legale spagnolo riguarda proprio il mancato esame sulla testa di Mario.

Ylenia Carrisi, l’omaggio della sorella Cristel commuove tutti –> LEGGI QUI

Nelle fotografia del ritrovamento della polizia spagnola, degno di nota un segno molto simile a un coagulo di sangue e una leggera depressione sopra l’arcata sopracciliare. Inoltre sarebbe emersa una macchia scura sull’emisfero sinistro del cervello. Gli avvocati della famiglia Biondo hanno ovviamente chiesto spiegazioni circa la mancata apertura del cranio nonostante l’evidente ematoma sulla testa. Il medico ha fornito una versione non molto convincente: ovvero che quello era il prodotto della decomposizione. Sembrerebbe una strana coincidenza che si trovasse in corrispondenza del colpo in testa e non sul resto del cranio.